Home Salute Quali nuove varianti del covid “passano” dai vaccini?

Quali nuove varianti del covid “passano” dai vaccini?

165
0

Il curva del coronavirus si rialza con un rimbalzo “fortissimo” nei casi covid degli ultimi giorni, il gruppo di Biologia computazionale e sistemi complessi del Universitat Politècnica de Catalunya (BIOCOM-UPC). I ricercatori spiegano che forti aumenti della trasmissione possono essere associati a perdite di immunitàforse a causa del nuove varianti di omicronBA.4 e BA.5.

Questi due nuovi sotto-lignaggi si uniscono all’omicron furtivo (BA.2) e alla variante XE super-contagiosa (BA.2 combinata con BA.1). Da BA.3 sono stati rilevati casi isolati che non sono andati oltre. Ad oggi, il Organizzazione mondiale della Sanità considera “preoccupanti” tutti i pendii di omicron che sono in circolazione.

In Spagna, i primi casi di queste mutazioni hanno cominciato a essere rilevati a metà di questo mese ed è noto che si moltiplicano rapidamente. I “cattivi dati” nell’evoluzione della malattia che Biocom ha osservato sono stati avallati anche dal Dipartimento della Salute e dal Ministero della Salute. Da un lato, dentro Catalogna le persone ricoverate in ospedale sono 1.517, 232 in più rispetto alla scorsa settimana. D’altra parte, la salute ha notificato martedì 50.235 nuovi casi di coronavirus e 122 decessi in Spagna. Inoltre, l’incidenza su tutto il territorio è salita a 653.

Vedi anche:  Rubí organizza oggi una giornata di donazione del sangue

Lignaggi sostituiti

Il numero di prove sequenziali in cui è stata rilevata la sottovariante BA.4 è passata da tre a 17 in tre settimane e quelle di BA.5, da una a 73 in sei settimane per BA.5, secondo i dati offerti dal Sistema di Sorveglianza in Spagna del Centro Nazionale di Epidemiologia (SiViEs).

Nell’ultima settimana analizzata, dal 6 al 12 giugno, il lignaggio più predominante in Spagna fino ad oggi, BA.2, è stato rilevato tra il 33,2% e il 73,8% degli screening casuali. Invece, nel giro di pochi giorni, BA.4 e BA.5 sono state riscontrate tra il 5,4% e il 64,9% dei campioni. In questo modo, gli esperti non escludono che questi due nuovi ceppi abbiano sostituito quelli esistenti e maggioritari.

Sintomi simili

Al momento, secondo diversi studi preliminari, BA.4 e BA.5 non causano casi più gravi delle altre mutazioni del coronavirus. In effetti, sulla stessa falsariga dell’omicron, sembra che si sviluppino quelli infettati da queste sottovarianti sintomi lievi (o immagini asintomatiche, specie nel caso dei vaccinati). I sintomi più frequenti rilevati fino ad oggi sono mal di gola, congestione nasale, tosse secca e dolore muscolare. Cioè, sulla stessa linea di ómicron.

Vedi anche:  Come evitare che le zanzare ti pungano di notte

Articolo precedentePriorità di trasferimento del Bayern Monaco: l’arrivo di Sadio Mane significa che Robert Lewandowski, Serge Gnabry potrebbe andare
Articolo successivoLa riduzione dell’Iva sull’energia elettrica costerà 430 milioni, secondo i tecnici del Tesoro