Home Economia Qual è il settore su cui JP Morgan continua a scommettere in...

Qual è il settore su cui JP Morgan continua a scommettere in tutto il mondo?

65
0

Nel bel mezzo di una situazione che non è certo molto favorevole alle azioni, JP Morgan lo è chiaro c’è un settore per il quale vuole continuare a scommettere: quello bancarioper il quale hai un consiglio per ‘sovrappeso’. Gli piacciono le banche e gli piacciono in tutto il mondo.

“Continuiamo a scommettere sulle banche di tutto il mondo, comprese quelle in Regno Unito ed Eurozonainsieme a quelli con leva provenienti dalla Cina, nonché entità giapponesi”, indicano dall’azienda statunitense.

JP Morgan elenca cinque motivi per cui le istituzioni finanziarie sono ancora una buona opzione per investire denaro. Primo, evidenzia il contesto inflazionistico, che rappresenta un contesto migliore per la performance delle banche che una situazione di deflazione, che è perdurata nell’ultimo decennio. “In generale, le banche sono andate bene durante gli anni ’70, indipendentemente dalle recessioni”, osserva.

Vedi anche:  Técnicas Reunidas: sopra i 9 euro è un acquisto per 'trading'

In secondo luogo, si riferisce al fatto che le banche entrare nell’attuale periodo di maggiore incertezza in una posizione diversa dal solito. I loro bilanci sono sani, poiché hanno subito una significativa riduzione del rischio negli ultimi 10 anni, quindi un eventuale aumento degli accantonamenti potrebbe non richiedere la diluizione del patrimonio netto, spiega JP Morgan. “L’incertezza normativa oggi è meno preoccupante che dopo la crisi finanziaria globale”, afferma.

In terzo luogo, JP Morgan sottolinea che il rischio di frammentazione nel mercato del debito sovrano è inferiore a ciò che il mercato temee in quarto luogo, lo evidenzia le valutazioni del settore bancario sembrano “molto interessanti”. “Le banche europee scambiano a sette volte il PER, con uno sconto del 40% rispetto al mercato in generale”, afferma.

Il quinto e ultimo motivo di JP Morgan per raccomandare le banche “sovrappesate” ha a che fare con il situazione del mercato obbligazionario. “Il settore mostra un ampio divario con i rendimenti obbligazionari, che è improbabile che venga colmato solo dal crollo dei rendimenti. Mentre la richiesta della Fed di estrema cautela guadagna terreno, la curva dei rendimenti potrebbe smettere di appiattirsi, il che aiuterebbe le banche“, spiega J.P. Morgan.

Vedi anche:  Il metaverso ha bisogno di servizi bancari e fintech per offrire forme di pagamento sicure

“Strategicamente, rimaniamo ‘sovrapesati’ le banche a livello globale. I nostri analisti del Regno Unito vedono il settore bancario come resistente dal punto di vista del capitale e ci credono aumento del margine di interesse aiuterà le banche ad assorbire le perdite da qualsiasi ciclo di ribasso del credito. L’onere degli interessi per le famiglie è relativamente piccolo dal punto di vista storico, soprattutto se combinato con offerte a tasso fisso e risparmi in eccesso”.

Articolo precedenteBME offre ai suoi clienti spagnoli il regolamento e la custodia di titoli svizzeri
Articolo successivoEcco come saranno i caricatori mobili universali che saranno venduti tra due anni