Home Sport Pronostici stagione Milan Serie A 2022-23, trasferimenti: i rossoneri esordiscono in difesa...

Pronostici stagione Milan Serie A 2022-23, trasferimenti: i rossoneri esordiscono in difesa dello Scudetto senza Ibrahimovic

84
0

Dopo aver vinto lo scudetto della scorsa stagione, quello del Milan compito così di fare la doppietta di fila, dopo che la squadra di Stefano Pioli l’ha vinta lo scorso anno per la prima volta in undici stagioni. È stato un viaggio storico e indimenticabile per i tifosi rossoneri di tutto il mondo, quello che ha visto una squadra che pochi credevano potesse vincere festeggiare per le strade di Milano dopo aver battuto le rivali cittadine Inter Milan e vincere il trofeo nell’ultima giornata della stagione contro Sassuolo. Come hanno affermato tutti i giocatori e i dirigenti dopo aver vinto lo scudetto, il successo della scorsa stagione è stato solo il primo passo di un nuovo capitolo. Non sarà certo facile replicare il successo, considerando il fatto che altre squadre come Juve e Inter hanno ancora fame di vittoria, ma questa sarà la missione di Stefano Pioli e della sua squadra. Un anno fa solo in pochi consideravano il Milan un contendente al titolo, mentre quest’anno avrà gli occhi di tutti sulle spalle ei rossoneri devono essere considerati il ​​miglior candidato per vincere lo scudetto.

Paramount+ è l’unico posto dove guardare ogni minuto di ogni partita di Serie A in questa stagione. Iscriviti ora con il codice offerta ITALIA per ottenere uno speciale mese di prova gratuito. Un abbonamento ti dà anche accesso ad altri contenuti sportivi tra cui UEFA Champions League ed Europa League, NWSL, NFL su CBS e innumerevoli film e spettacoli. Ricevi tutto gratis per un mese con il codice promo ITALIA.

Attività di trasferimento estivo

Non è stata un’estate facile per il Milan. La nuova proprietà è arrivata a fine maggio, con la società di investimento privata americana RedBird Capital che ha firmato un accordo preliminare per l’acquisto dei 19 volte campioni di Serie A. Gerry Cardinale, fondatore dell’azienda, ne ha preso il comando e sta dando la sua impronta a molteplici aspetti del Milan. L’annuncio ufficiale è arrivato all’inizio di giugno e il passaggio alla nuova proprietà avverrà nel corso dell’estate, con una chiusura prevista entro settembre 2022.

Questo cambio ai vertici del club ha rallentato le trattative contrattuali sia per la leggenda del club Paolo Maldini che per il direttore sportivo Ricky Massara, scadute il 30 giugno. All’inizio, il cambio di proprietà sembrava essere solo una formalità per quanto riguarda il loro futuro, ma come gli ultimi giorni di Giugno si avvicinava, non erano ancora stati firmati contratti. Alla fine, però, quegli accordi sono andati a buon fine, ed è stato lo stesso Paolo Maldini ad annunciare i nuovi accordi. Questa situazione imbarazzante ha influito sulle strategie di trasferimento del club, ei rossoneri hanno iniziato a migliorare la rosa solo a fine luglio.

Vedi anche:  UEFA Champions League: Brian Brobbey torna con l'Ajax e determinato a vincere contro il Benfica

Samu Castillejo, ex capitano Alessio Romagnoli e, soprattutto, il centrocampista chiave Franck Kessiè ha lasciato il club come free agent quest’estate e l’AC Milan ha avuto qualche difficoltà a trovare i suoi sostituti. I rossoneri hanno cercato per settimane di ingaggiare il difensore centrale Sven Botman dal Lille, ma alla fine il giocatore ha deciso di passare al Newcastle. Renato Sanches, che lo scorso maggio aveva raggiunto un accordo personale con l’AC Milan, ha scelto il Paris Saint-Germain dopo che i suoi mentori, Luis Campos e Christophe Galtier, si sono uniti alla squadra francese quest’estate.

È stato un inizio di stagione preoccupante, fino a quando Paolo Maldini ha concluso l’affare per firmare uno dei più interessanti prospetti del calcio europeo: Charles De Ketelaere. Proveniente dal Club Brugges per circa 36 milioni di euro, add-on inclusi, il trequartista è uno dei giocatori da tenere d’occhio per la prossima stagione poiché sta già avendo un impatto nel tour pre-stagionale. Poi, i rossoneri hanno ingaggiato il free agent Divock Origi dal Liverpool e hanno attivato le opzioni di acquisto per ingaggiare Alessandro Florenzi dall’AS Roma e Messia Junior da Crotone. In un’altra nota, il club ha visto il ritorno del centrocampista Tommaso Pobega e anche l’arrivo di Yacine Adli dal Bordeaux dopo essere stato ceduto in prestito la scorsa stagione..

Poi c’è Zlatan Ibrahimovic. La leggenda svedese resterà al Milan per un’altra stagione e ha prolungato il suo con il club fino all’estate del 2023. L’attaccante aveva il contratto in scadenza in estate, ma a fine stagione sono iniziate subito le trattative per il rinnovo. Per il 40enne Ibramhimovic, questa è stata la settima volta che ha raggiunto la vetta della Serie A e avrà almeno un’altra possibilità per ripetere quell’impresa. Nonostante l’ennesimo infortunio al ginocchio, Ibrahimovic non è pronto a rinunciare alla sua leggendaria carriera. Ora si sta riprendendo da un intervento chirurgico fuori stagione e per qualcuno della sua età, ciò potrebbe sicuramente debilitare ogni possibilità di ritorno. Ma non è la prima volta che Ibrahimovic affronta la prospettiva di un possibile infortunio da fine carriera. Ibrahimovic è attualmente in fase di recupero e dovrebbe tornare subito dopo i Mondiali del Qatar 2022, all’inizio del 2023. Per questo ha firmato un contratto del valore di 1,5 milioni di euro con bonus legati alle prestazioni in arrivo ritorno solo per l’ultima parte della stagione. Pioli dovrà contare su Olivier Giroud e sul neo acquisto Divock Origi fino al ritorno della stella svedese nel 2023.

Vedi anche:  Il Liverpool dovrebbe accettare volentieri gli errori di Trent Alexander-Arnold, anche quando gli costa la Champions League

Cosa aspettarsi dal Milan

Il Milan ha bisogno di migliorare, soprattutto fuori dall’Italia dopo non essere uscito dalla fase a gironi di Champions League la scorsa stagione, ed è stato eliminato dopo essere arrivato quarto nel girone di Atletico Madrid, Porto e Liverpool. Quello è stato un momento decisivo per la loro stagione perché dopo quell’eliminazione hanno iniziato la loro incredibile corsa al titolo di Serie A. Quest’anno però devono fare un passo anche a livello internazionale e devono almeno passare la fase a gironi e qualificarsi agli ottavi di finale (il 25 agosto conosceremo la fase a gironi della UEFA Champions League 2022 -23, e puoi vedere tutta l’azione della Champions League in diretta su Paramount+). A livello nazionale, il Milan dovrebbe lottare per il titolo insieme a Juventus e Inter, ma non vincere lo scudetto non deve essere considerato un fallimento. L’anno scorso la loro corsa è stata inaspettata ed essere superati da squadre come Inter o Juventus non sarebbe sorprendente questa volta. I rossoneri sono attesi anche in Coppa Italia, dopo aver perso l’anno scorso in semifinale contro l’Inter, l’eventuale vincitrice.

Tre giocatori a cui prestare attenzione

Fikayo Tomori: La scorsa stagione è stato sicuramente uno dei migliori difensori della competizione e quest’anno sarà chiamato a fare un altro passo avanti e diventare uno dei migliori al mondo. Con Romagnoli che lascia il club e Simon Kjaer reduce da un infortunio di una stagione, Tomori è ora il leader della difesa che è stata la pietra angolare del campionato milanista.

Sandro Tonali: Nonostante un piccolo infortunio che lo terrà fuori per la partita d’esordio contro Udineseè stato uno dei giocatori più importanti dello scudetto dello scorso anno e ci sono tutte le promesse per un’altra stagione cruciale per la crescita del centrocampista 22enne.

Divock Origi: L’ex attaccante del Liverpool sarà un’aggiunta importante per la rosa di Stefano Pioli e il suo ruolo sarà fondamentale considerando che sarà il backup di Olivier Giroud, fino a quando Zlatan Ibrahimovic non tornerà dall’infortunio di gennaio 2023.

Pronostici Milan

  • Finale Serie A:
  • Miglior marcatore: Olivier Giroud
  • Giocatore della stagione: Rafael Leao
  • Qualcosa di inaspettato: Yacine Adli diventerà titolare verso la fine della stagione
Articolo precedenteTutto è inventato, anche la stampante che ti dipinge le unghie
Articolo successivola manovra definitiva per disimpegnare l’auto alla prima