Home Sport Pronostici audaci della Premier League: il Manchester United vacilla al West Ham,...

Pronostici audaci della Premier League: il Manchester United vacilla al West Ham, Regulion brilla per Spurs contro Chelsea

124
0

La Premier League torna questo fine settimana con un’interessante lista di partite tra cui un derby di Londra, uno scontro tra i primi quattro contendenti all’Old Trafford e la visita del Liverpool a Selhurst Park. Ecco cosa tenere d’occhio:

Manchester United vs West Ham: i Red Devils pagano per mancanza di controllo

Una metà buona, una metà cattiva è stata piuttosto la storia del nastro per il Manchester United nelle ultime settimane. Al Brentford Community Stadium, avrebbero potuto essere morti e sepolti all’intervallo di mercoledì; pochi giorni prima avevano sprecato un bel primo tempo a Villa Park.

Sono stati così fuori ritmo per 45 minuti che si sono trovati inferiori al conteggio dei goal previsti (xG) in entrambe le partite (2,58 a 2,24 contro il Brentford, 1,81 a 1,29 contro l’Aston Villa) anche se hanno ottenuto quattro punti . Contro un gruppo favorevole di avversari – solo uno degli ultimi sette avversari è attualmente nella prima metà della Premier League – Ralf Rangnick ha visto la sua squadra produrre tiri del valore di 10,4 xG e tiri in faccia del valore di 9,6. Per tutto quel tempo, le partite sembrano essere accadute ai Red Devils piuttosto che a imprimere il segno sulle partite. Solo una vittoria per 3-1 su Burnley aveva dei veri segni decisivi e quella era una partita che sarebbe potuta andare in modo piuttosto diverso.

La loro incapacità di controllare le partite sembra derivare dal problema che continua ad alzare la testa all’Old Trafford negli ultimi anni: un centrocampo che semplicemente non è all’altezza degli standard. Contro Brentford, non ha potuto resistere alla tempesta iniziale. Nel sorteggio a Villa Park, Fred è stato troppo spesso sorpreso a caricare in campo per cercare di conquistare il possesso palla quando aveva alle spalle il sedentario Nemanja Matic. I migliori centrocampisti raffreddano l’intensità di una gara quando la loro squadra è in vantaggio o torna in gioco per i suoi compagni di squadra quando la pressione è massima. Non al Manchester United, dove sembra che le gare di centrocampo siano dettate a loro anche quando artisti del calibro di Scott McTominay stanno giocando bene.

Vedi anche:  Scelte d'angolo della Champions League: migliori scommesse, scelte, quote per Man City vs. Real Madrid, Liverpool vs. Villarreal

Desideri una copertura ancora maggiore del gioco mondiale? Ascolta qui sotto e segui ¡Qué Golazo! Un podcast giornaliero della CBS Soccer in cui ti portiamo oltre il campo e in giro per il mondo per commenti, anteprime, riepiloghi e altro ancora.

Ciò è tanto più preoccupante quando la squadra di Rangnick sta per affrontare uno dei tandem di centrocampo più imponenti della lega durante la visita del West Ham. Tomas Soucek potrebbe non essere stato l’ultimo in questa stagione, ma porta vero dinamismo nella sala macchine di David Moyes insieme a Declan Rice, il giocatore di cui il Manchester United ha ovviamente bisogno nella sua XI. Il nazionale inglese può fare tutto, in questa stagione ha aggiunto passaggi più progressivi per andare con la capacità di vincere e portare la palla che ha mostrato per così tanto tempo. Se è in forma, la battaglia a centrocampo dovrebbe andare a favore degli ospiti.

In tal caso, gli Hammers avranno una solida piattaforma con cui sbloccare Jarrod Bowen, in forma decisiva nelle ultime settimane con sei gol e sette assist nelle ultime 18 partite di Premier League. Sebbene la sconfitta contro il Leeds abbia piuttosto rovinato il loro quaderno, la squadra di Moyes ha fatto passi da gigante da quando ha oscillato intorno a Natale e potrebbe essere una proposta pericolosa in attacco, registrando più di due xG in ciascuna delle ultime quattro partite di campionato. Contro una squadra che sta mostrando abbastanza potenza di fuoco offensiva, il Manchester United non può permettersi un’altra metà sprecata.

Chelsea vs Tottenham: Reguilon mette a dura prova i Blues

Di certo questo derby londinese arriva in un momento più opportuno per una parte che per l’altra. Mentre il dibattito (un po’ esagerato) a Stamford Bridge è incentrato sull’oscillazione che il Chelsea di Thomas Tuchel ha subito nelle ultime settimane, uno che probabilmente ha visto la loro sfida per il titolo affondata e dovrebbe invece vederli guardare alle loro spalle. Dietro di loro ci sono il Tottenham, a doppietta di gol di Steven Bergwijn nei minuti di recupero guadagnandosi una straordinaria vittoria per 3-2 sul Leicester, il che significa che Antonio Conte è imbattuto in nove partite di Premier League al timone.

Vedi anche:  Aggiornamento sull'infortunio di Neymar: lo stato della stella del PSG per lo scontro di Champions League contro il Real Madrid è ancora in discussione

Se il Chelsea ha bisogno di aumentare le proprie convinzioni, non deve guardare molto indietro. Hanno già battuto gli Spurs di Conte due volte questo mese nelle semifinali della Coppa EFL, le prestazioni abiette del Tottenham all’andata seguite da una prestazione deludente una settimana dopo. Cinque tiri in porta in soli 180 minuti, a testimonianza di una prestazione priva di vigore. Ciò è in netto contrasto con il modo in cui hanno giocato in campionato, dove sono una minaccia in attacco.

Certo, l’opposizione è stata per la maggior parte di livello inferiore, ma gli Spurs sono stati una forza d’attacco devastante, con una media di 2,3 xG a partita sotto Conte, il secondo punteggio più alto del campionato dalla sua nomina a novembre. Proprio come hanno fatto i suoi vincitori del titolo del Chelsea nel 2017, il Tottenham allunga le difese fino al punto di rottura attraverso le ali posteriori, anche se per ora la loro minaccia sulla destra è spesso più teorica che tangibile.

Lo stesso non vale sulla fascia opposta, dove Sergio Reguilon sembra essere l’uomo del pericolo. Lo spagnolo è per molti versi un archetipico terzino esterno di Conte, di punta con un occhio per le posizioni di cross e tiro, dotato di un ritmo che gli consente di caricare sulla linea di fondocampo e recuperare terreno quando la palla viene persa. Il suo adattamento al suo nuovo ruolo è stato immediato. Nelle partite di Premier League sotto la nuova gestione, ha una media di 1,92 occasioni create ogni 90 minuti rispetto a una sfumatura su una sotto Nuno e 0,68 con Jose Mourinho e Ryan Mason la scorsa stagione. Allo stesso modo volano in alto i suoi tocchi in area, 4,48 ogni 90 sotto Conte contro 1,96 nel 2020-21.

Dall’altra parte del campo nella vittoria del Tottenham sul Leicester, Sergio Reguilon aspetta con il braccio alzato per un passaggio crossfield.

TruMedia/Premier Sport 2

Nella vittoria di mercoledì contro il Leicester, è sempre stato lui ad allungare il campo, tentando più attacchi di chiunque altro, sempre a disposizione per il rapido cambio di gioco. Potrebbe non trovare la vita così facilmente contro il Chelsea, ma se deve esserci un punto debole nella loro difesa a cinque potrebbe benissimo arrivare sulla sinistra del Tottenham. In assenza di Reece James, Tuchel ha generalmente riposizionato un attaccante (spesso Callum Hudson-Odoi o Christian Pulisic) sul difensore destro. Reguilon potrebbe benissimo festeggiare di nuovo tali avversari, sfruttando la loro indisciplina di posizione come ha fatto nel passaggio di gioco sopra evidenziato, terminato con il cross di Matt Doherty che ha trovato lo spagnolo sul palo di fondo per un’occasione di tiro.

Anche senza James, Trevoh Chalobah e Andreas Christensen, è improbabile che questa difesa del Chelsea si abbassi. Anche se la loro forma potrebbe aver vacillato dall’altra parte, hanno comunque dimostrato di essere una squadra che rende davvero difficile entrare in area. Reguilon, tuttavia, offrirà un bel test.

Crystal Palace contro Liverpool: gli Eagles rallentano un’altra squadra tra le prime tre

Nonostante tutta la potenza di Crystanbul – la notte in cui la squadra di Brendan Rodgers ha segnato un vantaggio di tre gol a Selhurst Park e la loro carica di titolo in via di estinzione è andata in pezzi – ha conservato i ricordi collettivi dei tifosi del Palace e del Liverpool, è passato davvero del tempo da quando i Reds hanno lasciato il sud di Londra sentendosi delusi. Le ultime sei trasferte al Croydon li hanno visti emergere vittoriosi, 19 gol segnati di cui sette in una demolizione della squadra di Roy Hodgson la scorsa stagione.

Jurgen Klopp è il primo a riconoscere che questa volta non sarà così facile. “E’ stato un caso, uno scherzo della natura”, ha detto. “Quel giorno è stato incredibile, abbiamo colpito praticamente ad ogni tiro. Sono cambiati e sono migliorati sotto Patrick [Vieira], Devo dire. Sembrano una vera squadra stabile”.

Quel Palazzo certamente è, saldamente sistemato all’11° posto in Premier League. Come ha detto lo stesso Klopp, potrebbero essere più alti ma gli Eagles hanno forse lasciato punti in classifica in matchup più favorevoli. Questo non si può dire quando si scontrano con il meglio che il campionato ha da offrire. In tre partite finora contro squadre che occupavano le prime tre all’inizio della giornata, il Palace ha ottenuto una sconfitta e due vittorie impressionanti, 3-0 sul Tottenham e 2-0 sul Manchester City.

In entrambe le occasioni, ci sono stati fattori a loro favore – un cartellino rosso per il City, gli Spurs non sono neanche lontanamente buoni come il loro record – ma questo tipo di partite si adatta a una squadra del Palace i cui maggiori punti di forza risiedono nella loro impressionante verticalità e velocità con cui contrastano. Nessuno esemplifica questo approccio come Conor Gallagher, soprannominato da Klopp, che non ha potuto fare a meno di sorridere mentre elogiava il prestito del Chelsea per aver “supportato tutti in campo”. Un minuto è il centrocampista difensivo, il prossimo un attaccante bonus. Contro il City, ha guidato la sua squadra in contrasti e tiri.

Un’energia guidata da Gallagher da sola non è sufficiente per garantire al Palace di mantenere il suo buon stato di forma contro il meglio del meglio. Il Liverpool ha mostrato giovedì contro l’Arsenal di essere un maestro nel prendere l’aria da un terreno. Ma la squadra di Vieira sembra adattarsi ai più grandi avversari, contro una squadra ancora senza le sue stelle AFCON gli Eagles potrebbero volare ancora una volta.

Articolo precedentePronostico Watford vs Norwich City, quote: l’esperto rivela le scelte della Premier League inglese, le migliori scommesse per il 21 gennaio
Articolo successivoNIO, Li Auto e Xpeng: i produttori cinesi di auto elettriche sotto esame