Home Salute Problemi di influenza nel primo autunno senza mascherine

Problemi di influenza nel primo autunno senza mascherine

117
0

I medici non osano prevedere quale sia il stagione influenzale quest’anno, ma pensano che ci sarà insistere più che mai sulla vaccinazione contro questo virus. Per due ragioni essenziali: la prima, quella gran parte della popolazione non è immunizzata perché negli ultimi due anni non c’era quasi traccia di lui. La seconda ragione, e non è minore, è che quella che verrà sarà il primo autunno pandemico senza mascherine. Il covid-19 c’è ancora, ma le restrizioni no.

Tutto ciò potrebbe generare situazioni difficili da gestire centri sanitari e ospedali. L’epidemiologo e responsabile della medicina preventiva presso l’Hospital Clínic (Barcellona), Antoni Trilla, ieri ha espresso la sua preoccupazione al riguardo su questo giornale. Anche se alcuni medici temono l’impatto dell’influenza sul sistema sanitario, altri evitano di fare previsioni su un virus “imprevedibile”, nelle parole di Maria Angeles Marcos, Responsabile della Sezione di Virologia della Clinica. “Non possiamo prevedere nulla per l’autunno, ma credo che quest’anno dovremmo insistere ancora di più sul vaccino antinfluenzale”, Segna punti salienti. A partire dall’autunno, la Catalogna somministrerà il vaccino antinfluenzale con la quarta dose di covid-19, come annunciato a giugno dal ministro della Salute, Josep Maria Argimon.

“L’influenza c’è sempre stata abbastanza imprevedibile, ma dal covid-19 molto di più. In questa stagione, a differenza delle precedenti, c’è stata un po’ di influenza. Ma se altri anni iniziavano a dicembre e duravano fino a febbraio, questa stagione influenzale è iniziata a marzo ed è durata fino a maggio. Fu più tardi. Anche adesso dentro agosto ce ne sono ancora alcuni casi sporadici. Ecco perché non si possono fare calcoli”, dice questo virologo.

Vedi anche:  Verifica dei fatti | I vaccini Covid non hanno ancora dimostrato di alterare il ciclo mestruale

Marcos attribuisce questo ritardo nell’apparire al influenza del covid-19. Quest’anno, l’inizio della circolazione dell’influenza ha coinciso con un calo del coronavirus. “L’influenza circolava meno quando c’era più covid-19. Può essere perché ci sono competizione tra i due virus, ma anche perché c’erano alcune misure di prevenzione importanti, come le mascherine”, afferma questo virologo.

L’esempio australiano

Sono misure che questo autunno, il primo con il covid-19, non sarà. La mascherina è obbligatoria solo sui mezzi pubblici e non ci sono più limiti di capacità o orari. In che modo questo influenzerà i virus respiratori? “Potrebbero esserci più casi non solo per questo, ma perché le persone non sono immunizzate contro l’influenza. Ecco perché dipenderà molto dalle persone che verranno vaccinate a partire da ottobre”, afferma Marcos.

Australia, il principale paese dell’emisfero australe, ha avuto molti casi di influenza. Ma questo, da parte sua, fa notare il Responsabile di Microbiologia dell’Ospedale Vall d’Hebron, Tommaso Pumarola. “In Australia, l’anno scorso, hanno avuto più influenza di noi. Ma non dovremmo concentrarci così tanto su questo Paese, perché molte volte hanno ceppi diversi da noi”.

Pumarola ritiene che sia presto per prevedere cosa accadrà con l’influenza, ma crede che la situazione dipenderà, in parte, dal tipo di ceppo che sta circolando. “Penso che avremo l’influenza, ma non so se sarà come i due anni precedenti o più. Dovremo tenerla d’occhio”. vota questo virologo

La preoccupazione, ricordate, è che il sistema crolli. “Non preoccuparsi sarebbe irresponsabile, ma non c’è bisogno di avere paura prima del tempo”, sottolinea.

l’ultima influenza

In Catalogna, la stagione influenzale quest’anno è iniziata a marzo. È apparso non solo quando il covid-19 è diminuito, ma anche quando le misure di protezione dalla pandemia sono state allentate, Come ha spiegato lo scorso maggio a questo giornale Ana Martinez, il Responsabile del Servizio Controllo Epidemiologico e Risposta ad Allerte ed Emergenze del Ministero della Salute.

In occasione quattro settimane, i casi di influenza erano in aumento, ma molto meno rispetto alle altre stagioni. Né era più aggressivo degli altri anni. In Catalogna, quest’anno ha predominato il virus dell’influenza A. Inoltre, dove circolava di più era nel sotto i cinque anni. Gli anziani, che seguono maggiormente le misure di protezione covid-19, sono stati più tutelati.

Il virus è solitamente inattivato in estate dal caldo, nonostante siano stati registrati alcuni casi. La maggior parte dei casi è lieve.

Articolo precedenteMercadona smette di vendere questi audaci biscotti dal doppio sapore
Articolo successivoManchester United: secondo quanto riferito, Glazers potrebbe vendere una quota di minoranza; Jim Ratcliffe, non Elon Musk, vuole entrare