Home Sport Priorità nella finestra di mercato del Liverpool: Sadio Mane pronto ad andarsene...

Priorità nella finestra di mercato del Liverpool: Sadio Mane pronto ad andarsene ma chi lo sostituisce?

149
0

Il modo in cui è finita la loro stagione significa che qualsiasi riflessione sull’origine del Liverpool deve venire con l’avvertimento di quanto siano stati vicini a trasformare una grande stagione in una delle i grandi. Ma per un’improbabile lotta del Manchester City contro l’Aston Villa e l’eroismo di Thibaut Courtois allo Stade de France, la squadra di Jurgen Klopp potrebbe essere stata la prima quadrupla campione del calcio inglese.

Potrebbero essersi persi i due più grandi premi a loro disposizione, ma una squadra che è arrivata con pochi fortunati rimbalzi dall’immortalità non ha bisogno di una revisione radicale… ancora. Forse è un buon tempismo, visto che avviene nella prima estate senza Michael Edwards a capo della squadra di reclutamento del Liverpool. Gli succederà Julian Ward e con le strutture ancora al loro posto non c’è motivo di presumere che i Reds non possano più individuare lacune nel mercato.

Tuttavia, la partenza sempre più probabile di Sadio Mane per il Bayern Monaco ricorda l’unica cosa che tutte le grandi squadre hanno in comune: la fine. Il Liverpool si sta già preparando per il giorno a venire quando il suo core avrà superato il suo apice o sarà pronto per andare avanti. Quel giorno non è ancora arrivato, ma la decisione di Mane di alzare i bastoni suggerisce che potrebbe arrivare prima di quanto alcuni si aspettino.

Desideri una copertura ancora maggiore del gioco mondiale? Ascolta qui sotto e segui ¡Qué Golazo! Un podcast giornaliero della CBS Soccer in cui ti portiamo oltre il campo e in giro per il mondo per commenti, anteprime, riepiloghi e altro ancora.

Prospettive del portiere del Liverpool

  • Soggiorno: Alisson, Caoimhin Kelleher
  • Futuro incerto: Adriano
  • Partenza: Loris Kario

C’è un piccolo dramma prezioso in questo punto del campo – né in gran parte della squadra del Liverpool – con chiare gerarchie stabilite e un piano ovvio per quasi tutti i giocatori. Alisson è il numero uno indiscusso, forse il miglior stopper uno contro uno del gioco in questo momento e un totem del Liverpool per i prossimi anni. Caoimhin Kelleher non è a quei livelli, ma ha dimostrato nel suo ruolo di portiere di coppa che c’è un giocatore di vero talento in lui.

La carriera di Loris Karius ad Anfield è stata effettivamente conclusa dalle sue urla nella finale di Champions League quattro anni fa, sarà effettivamente terminata quando il suo contratto scadrà a fine mese. Tutto ciò che rimane irrisolto è cosa succede all’ex portiere del West Ham Adrian nell’ultimo anno del suo contratto; vuole giocare di più e potrebbe tornare alla Liga.

Mosse ideali: C’è poco di prezioso per il Liverpool di cui preoccuparsi qui, tutto ciò che deve fare è assicurarsi che Kelleher continui sulla stessa traiettoria e, se Adrian se ne va, forse prendere un terzo portiere che potrebbe entrare in crisi. Ben Foster è scaduto al Watford a fine stagione; se non altro potrebbe aiutare con i contenuti di YouTube.

Prospettive del difensore del Liverpool

  • Soggiorno: Virgil van Dijk, Ibrahima Konate, Kostas Tsimikas, Andrew Robertson, Joel Matip, Trent Alexander-Arnold
  • Futuro incerto: Joe Gomez, Rhys Williams, Nat Phillips, Neco Williams
Vedi anche:  Come guardare Norwich City vs Manchester City: streaming in diretta, canale TV, ora di inizio per la partita di Premier League di sabato

Il costante miglioramento di Konate da quando è arrivato dall’RB Lipsia ha dato al Liverpool un livello di qualità nella difesa centrale che probabilmente non aveva sotto Klopp, con il francese e Matip che sono stati partner abili per Van Dijk, dando all’allenatore la possibilità di ruotare a seconda del minaccia posta dall’avversario. Mettine due tra la coppia di terzini di Alexander-Arnold e Robertson e c’è una linea di fondo consolidata che ha ancora diversi anni buoni davanti a sé.

La cosa più intrigante è ciò che potrebbe accadere ai margini. C’è stato un tempo in cui Gomez sembrava essere una pietra miliare dei piani difensivi a lungo termine del Liverpool, ma il 25enne ha lottato per riconquistare il suo posto dopo essere tornato dall’infortunio al ginocchio che lo ha messo da parte per la maggior parte della stagione 2020/21. Il suo club vorrebbe che firmasse un nuovo contratto, ma dove i corteggiatori possono offrirgli partite regolari come difensore centrale, potrebbe invece essere chiesto a lui di sostituire come difensore centrale di quarta scelta e terzino di terza scelta ad Anfield. Se il Liverpool vedrà di più Neco Williams, che ha vinto recensioni entusiastiche per le sue prestazioni in prestito al Fulham, rimane qualche dubbio poiché il club spinge per assicurarsi il giovane Calvin Ramsay dall’Aberdeen.

Mosse ideali: Ancora una volta il passo qui è continuità; molte squadre strisciano su vetri rotti per avere Gomez nell’XI, è un buon difensore centrale di quarta scelta come vengono. Potrebbe sostituire ancora una volta il terzino destro la prossima stagione, ma potrebbe essere il momento di dare a Neco Williams una vera corsa mentre cede in prestito Ramsay una volta completata la sua firma.

Prospettive del centrocampista del Liverpool

  • Soggiorno: Fabinho, Thiago, James Milner, Jordan Henderson, Curtis Jones, Harvey Elliott
  • Futuro incerto: Naby Keita, Alex Oxlade-Ciambellano

Primo di un gruppo di giocatori i cui contratti scadono tra un anno, Keita si trova in una posizione intrigante. È senza dubbio il centrocampista proto-Klopp in questa squadra, un buon presser come c’è in Premier League e uno che può collegare il campo in modo composto. Il problema è, piuttosto, che non riesce a mantenersi in forma. Ha una media di meno di 1.000 minuti di campionato a stagione. Tuttavia, per ora sembrerebbe che il Liverpool creda che alcuni Keita siano meglio di niente poiché si dice che stiano preparando un nuovo contratto per il guineano.

Se dovesse mettere penna su carta seguirebbe le orme di James Milner, che entrerà nella sua 20esima stagione consecutiva in Premier League nel 2022-23, ancora una mano ferma al timone ma i cui minuti potrebbero essere ridotti per fare spazio a l’impressionante Jones ed Elliott. Così tante opzioni potrebbero alla fine costringere Oxlade-Chamberlain ad uscire, ora che si avvicina al suo 29esimo compleanno l’ex centrocampista dell’Arsenal ha lottato per realizzare costantemente il potenziale che ha attirato l’attenzione sia di Klopp che di Arsene Wenger all’Arsenal. Le sue uniche squadre per la giornata dall’inizio di febbraio sono arrivate in FA Cup ed è stato collegato a un trasferimento in Europa.

Vedi anche:  Pronostici Inter vs Spezia, pronostici, come guardare, live streaming: pronostici Serie A italiana per il 15 aprile 2022

Mosse ideali: Se la Champions League ha mostrato qualcosa è che al Liverpool può mancare l’astuzia nelle zone centrali se Thiago non può entrare in gioco. Il più delle volte lo fa, quindi qualsiasi aggiunta dovrebbe essere vista come un successore dello spagnolo che può affermarsi come titolare man mano che il veterano invecchia. Lo stesso potrebbe essere vero in altri punti di centrocampo, alla fine sarà necessario qualcuno per essere l’influenza stabilizzante che Jordan Henderson ha avuto sul lato destro del trio. Aurelien Tchouameni sarebbe stato questo e molto altro, ma è destinato al Real Madrid. Ibrahima Sangare potrebbe essere un’opzione alternativa.

Prospettive in avanti del Liverpool

  • Soggiorno: Mohamed Salah, Diogo Jota, Luis Diaz
  • Partecipazione: Fabio Carvalho
  • Futuro incerto: Roberto Firmino, Sadio Manè, Takumi Minamino
  • Partenza: Divock Origi

Con Salah che ha annunciato la sua decisione di rimanere la prossima stagione (attualmente l’ultima del suo contratto) tutti gli occhi sono puntati su Sadio Mane, che ha fortemente indicato di voler andare avanti dopo sei anni carichi di trofei nel Merseyside. Il Bayern Monaco è la destinazione più probabile per l’attaccante senegalese, che sarebbe diventato il punto focale dell’attacco dei bavaresi in un modo che raramente ha fatto al Liverpool dopo che Salah si è unito nel 2017.

Prima che la probabile uscita di Mane diventasse di dominio pubblico prima della finale di Champions League, c’erano state molte speculazioni sul fatto che Roberto Firmino, anche lui senza contratto nel 2023, potesse passare a un ruolo più importante altrove. Ciò potrebbe ancora accadere, ma forse è più facile vedere Firmino assumere un ruolo di statista anziano se il Liverpool non deve trovare soldi per estenderlo, Salah e Criniera. Immaginate il brasiliano come il James Milner dell’attacco del Liverpool; se è felice di esserlo, allora gente come Diaz e il nuovo arrivato Fabio Carvalho potrebbero imparare molto da lui. Di certo il Liverpool potrebbe fare i conti con gli attaccanti per fare i conti con Divock Origi destinato al Milan e Takumi Minamino voluto dai club che possono offrirgli il calcio in prima squadra.

Mosse ideali: Sostituire Mane sarà una sfida onnipotente, in particolare perché ha mostrato una maggiore versatilità con il passare degli anni, finendo questa stagione come il centravanti che ha lasciato spazio a Diaz e Salah per eccellere. Due giocatori che il Liverpool ha seguito da vicino, Darwin Nuñez e Jonathan David, potrebbero fare parte di ciò che fa Mane e potrebbero ancora imparare parte del resto, ma sarebbe una grande richiesta. Christian Pulisic è un altro che si inserisce in quello schema, anche se c’è così poca chiarezza sul suo ruolo futuro al Chelsea che potrebbe passare del tempo prima che diventi chiaro se potrebbe trasferirsi da Londra al Liverpool.

Forse l’approccio migliore potrebbe essere quello di scegliere due opzioni a prezzi ragionevoli, fidandosi della capacità del dipartimento di scouting di trovare occasioni anche nell’era post Edwards.

Articolo precedenteLa Spagna approva la quarta dose del vaccino contro il covid per le persone di età superiore agli 80 anni e nelle residenze
Articolo successivoPressione al ribasso per l’euro nel medio termine dopo la decisione sui tassi della BCE