Home Salute Primo caso di poliomielite negli Stati Uniti in un decennio: cos’è questa...

Primo caso di poliomielite negli Stati Uniti in un decennio: cos’è questa malattia?

100
0

Il Dipartimento di Stato della Salute New York, in STATI UNITI D’AMERICA, ha comunicato di aver registrato a caso di poliomielite nella contea di Rockland, il primo in quasi un decennio. Le autorità sanitarie, quindi, hanno diramato un’allerta e chiesto alla popolazione e agli operatori sanitari di non abbassare la guardia per evitare possibili focolai, sebbene la malattia si diffonda venendo a contatto con le feci di una persona infetta.

Quelle persone che lo sono vaccinato del polio Sono a basso rischio di infezione. in ogni caso, il donne incinte e chi non è stato vaccinato dovrebbe andare al centri sanitari della contea e richiedi il vaccino

È una malattia causata da virus della poliomielite, trasmessa da persona a persona, principalmente da via oro-fecale o, meno frequentemente, tramite un veicolo comune, come il cibo o acqua contaminati e si moltiplica nell’intestino.

Vedi anche:  Terapia mirata, chiave per una cura del cancro di successo

colpisce il Sistema nervoso centrale e nella sua forma acuta infiamma il nmotoneuroni del cervello e del midollo spinale causando atrofia muscolare, paralisi e spesso deformità del corpo. Si diffonde per contatto diretto da persona a persona, contatto con muco o catarro infetto dal naso o dalla bocca e contatto con feci e affetti infetti principalmente ai bambini.

colpo di richiamo

“Dato quello che sappiamo su questo caso e sulla poliomielite in generale, il Dipartimento della Salute raccomanda che le persone non vaccinate vengano vaccinate e che anche coloro che hanno bisogno di un vaccino di richiamo lo ricevano il prima possibile”, ha affermato il dipartimento della salute. T. Bassett, in una dichiarazione, sottolineando che “il il vaccino è sicuro ed efficace e protegge dalle malattie.

La poliomielite è molto contagiosa, quindi una persona malata può diffonderla ad altri senza saperlo. non hanno sviluppato sintomi. Tra i sintomi principali c’è mal di testa, febbre, affaticamento, dolori muscolari e vomito, ma possono impiegare circa 30 giorni per manifestarsi, un periodo di tempo in cui le persone infette possono diffondere la malattia nel loro ambiente.

Vedi anche:  Quanto tempo ci vuole per la comparsa dei sintomi covid?

Prevenzione

Grazie al successo del vaccino, introdotto nel 1955, i casi di poliomielite sono diminuiti in modo significativo alla fine degli anni ’50. Anni ’50 e primi anni ’60. L’ultimo caso naturale si è verificato nel 1979, anche se l’ultima volta che è stato rilevato un paziente di poliomielite nel paese è stata nel 2013, nove anni fa. Quest’ultimo caso, però, non è nato da un “ceppo selvaggio”, come si legge nel testo.

A partire da questo venerdì, Rockland County ha organizzato a clinica di vaccinazione contro la poliomielite al Pomona Medical Complex. I newyorkesi possono registrarsi per ricevere vaccinazioni gratuite.

Articolo precedenteUn tiktoker diventa virale con un video su come risparmiare facendo la spesa
Articolo successivoUno studio spagnolo trova una chiave per la steatosi epatica non alcolica