Home Moda e bellezza Primark costretta ad aumentare i prezzi nonostante l’enorme crescita

Primark costretta ad aumentare i prezzi nonostante l’enorme crescita

92
0

Shutterstock

Primark proprietario Alimenti britannici associati ha visto i suoi profitti quasi raddoppiare nella prima metà dell’anno finanziario, ma il gruppo ha avvertito che a causa della spirale dell’inflazione, la sua catena di moda avrebbe dovuto aumentare i prezzi.

Crescita su tutta la linea

Per le 24 settimane terminate il 5 marzo, AB Foods ha visto il suo utile operativo rettificato aumentare da 369 a 706 milioni di sterline (840 milioni di euro). Nello stesso periodo, i ricavi del gruppo sono aumentati di un quarto a 7,88 miliardi di sterline (9,4 miliardi di euro).

Il settore alimentare del gruppo, ancora più grande del fratello della moda Primark, ha avuto una crescita limitata a solo il 6 % a 4,34 miliardi di sterline (5,2 miliardi di euro) poiché ha dovuto affrontare diverse sfide importanti (logistica, aumento dei prezzi delle materie prime, assenze dovute a Covid). Il gruppo gestisce marchi come Gemellaggi, Rivita e Giordano cereali, oltre a una vasta gamma di panifici, mulini e produttori di ingredienti da forno.

Vedi anche:  Il Governo chiede di non consumare quattro gelati di Aldi, Mercadona e Lidl per la presenza di "corpi estranei"

Primark soddisfa le aspettative

Primark ha persino registrato una crescita di quasi il 60% a 3,54 miliardi di sterline (4,2 miliardi di euro), poiché quasi tutti i negozi sono rimasti aperti per tutto il periodo. Le chiusure allo scoperto in Austria e nei Paesi Bassi sono state solo piccole seccature rispetto alle chiusure forzate più lunghe in tutta Europa nello stesso periodo dello scorso anno, ha affermato la società. Con la crescita del 59%, la catena di moda ha mancato di poco l’obiettivo del 60% proposto a febbraio.

Tuttavia, ABF ha avvertito che l’inflazione attesa è ora così grande che la società non sarà in grado di compensare l’aumento dei costi semplicemente riducendo i costi, quindi alcune delle sue azioni autunno/inverno vedranno aumenti dei prezzi. “Tuttavia, ci impegniamo a garantire la nostra leadership dei prezzi e l’accessibilità quotidiana, soprattutto in questo ambiente di maggiore incertezza economica”, ha sottolineato il CEO George Weston.

Vedi anche:  Queste sono le bevande alcoliche che ti fanno ingrassare e che dovresti evitare se vuoi perdere peso

“Nonostante le pressioni inflazionistiche che stiamo vivendo, le nostre prospettive per l’anno sono un progresso significativo nell’utile operativo rettificato e nell’utile per azione rettificato per il Gruppo”, ha aggiunto Weston.

Articolo precedenteEntrecanales (Acciona) chiede di rafforzare “radicalmente” la transizione energetica
Articolo successivoNelle immagini: Coca-Cola apre un negozio di moda a Londra