Home Sport Preseason del Manchester United: Takeaway dalla vittoria di Erik ten Hag sul...

Preseason del Manchester United: Takeaway dalla vittoria di Erik ten Hag sul Liverpool di Jurgen Klopp

125
0

Puoi perdonare chiunque Manchester United fan che potrebbero essersi un po’ lasciati trasportare. Due degli aspetti determinanti del loro declino da quando Sir Alex Ferguson ha lasciato il club sono stati l’incapacità di mettere le mani sull’argenteria e una serie di sconfitte debilitanti per il vecchio nemico Liverpool.

In un colpo solo, Erik ten Hag lo ha cambiato allo stadio Rajamangala. Ora erano i Merseysiders alla fine di una pesante sconfitta per 4-0, capitano dello United Bruno Fernandes alzando nella notte la Bangkok Century Cup. Be’, almeno l’avrebbe fatto se il trofeo non fosse stato così ridicolmente ingombrante.

Ma per avere un’idea di quanto spazio si deve mettere nei risultati della pre-stagione, bastava solo guardare la faccia di Ten Hag mentre i cannoni dei coriandoli si spezzavano dietro di loro, un quartetto di ragazzi gonfiabili senza volto, stravaganti e sventolanti che osservavano minacciosamente il procedimento. La sua indifferenza era così grande da sembrare calcolata. Il nuovo allenatore del Manchester United aveva un messaggio da trasmettere ai tifosi: non lasciatevi trasportare perché io di certo non lo sono.

È una lezione che molti, anche al di fuori del fandom dello United, potrebbero fare apprezzando. Uno sguardo superficiale di Twitter quando Arsenale sotto 2-0 a Norimberga all’intervallo avrebbe suggerito che la fine dei giorni fosse arrivata nel nord di Londra; un’ora dopo Gabriel Jesus era il secondo venuto. Estremi simili erano evidenti sia per i vincitori che per i perdenti della partita di martedì. Qualche giubilo dello United e frustrazione del Liverpool potrebbero essere stati ironici, senza dubbio molti non lo erano. E se qualche club è profondamente consapevole dell’ottica dei social media è quello nuovo di Ten Hag.

Vedi anche:  Notizie di trasferimento in Serie A: Chelsea in trattative per l'acquisto di de Ligt dalla Juventus; Jovic in prestito alla Fiorentina; La Roma si muove

Qualunque sia la reazione in tribuna e online, all’interno dei club c’è un po’ più di indifferenza. C’è sempre una strana eccezione, ma in generale questi risultati non significano nulla. I più famosi preparativi dell’Arsenal per la loro imbattuta stagione 2003-2004 della Premier League sono iniziati con il loro aspetto eminentemente vincibile dalla Division Two Peterborough prima che Barnet of the Conference tenesse a reti inviolate artisti del calibro di Ray Parlour, Jeremie Aliadiere e Yaya Toure (“completamente nella media sul giorno” secondo Arsene Wenger). Come ha detto Jose Mourinho quando è suo Chelsea sette anni fa la squadra ha perso 4-2 contro i New York Red Bulls indeboliti: “La preseason è falsa, nel bene e nel male. Se sei molto cattivo, è falso, e se sei troppo bravo, è falso”.

Qual è allora il senso di questi giochi? I club stanno viaggiando dall’altra parte del mondo per giocare contro rivali locali per fare soldi e coinvolgere i loro fan oltre l’Inghilterra? Beh si. Questo è proprio il punto. Dare a qualsiasi manager della Premier League l’autonomia sui piani estivi del club e la maggior parte preferirebbe il tempo trascorso sulle montagne dell’Austria e della Germania piuttosto che i lunghi voli verso gli Stati Uniti e l’Asia. Vogliono tempo per lavorare su fitness, tattiche e forma piuttosto che costruire il marchio.

Se questi giochi hanno un valore per gli spettatori in questa fase è forse per vedere fino a che punto i giocatori si stanno adattando per soddisfare le richieste dei loro nuovi manager. In nessun posto era più evidente che dentro di David de Gea prestazione. Lo spagnolo ha goduto di una delle sue migliori stagioni per fermare i tiri al Manchester United nel 2021-22, ma raramente le domande sulla sua idoneità ai massimi livelli sono state sul fatto che riesca a tenere la palla fuori dalla rete. Invece è quello che fa De Gea quando è ai suoi piedi che ha suscitato domande.

Vedi anche:  Pronostici, pronostici e pronostici della finale di UEFA Champions League 2022: Real Madrid-Liverpool scommette da un esperto comprovato

Ha mostrato una tendenza a lanciare la palla molto più frequentemente di Ederson o Alisson ed è restio a lasciare la sua area di 18 yard (in 38 partite di Premier League la scorsa stagione, è stato coinvolto in nove azioni difensive fuori dall’area di rigore). Se questa è la linea di fondo di quello che ci si aspetta da De Gea, allora è stato notevole il suo impegno a passare la palla corta sotto la pressione non trascurabile degli attaccanti del Liverpool.

Così è stato l’impegno di De Gea di uscire per neutralizzare quella che potrebbe essere stata una goffa palla che rimbalza al limite dell’area. Il passaggio che ha lanciato sopra i tre fronti del Liverpool verso Luca Shaw è stato giudicato abbastanza elegantemente e all’improvviso la prima linea della stampa è stata battuta, un rapido va e vieni tra il terzino sinistro e Fred molto quasi rilasciato United in acri di spazio in basso a sinistra.

Il primo passaggio al volo di De Gea trova Shaw nello spazio

Wyscout/MUTV

È stato interessante notare che in un’intervista post-partita in cui Ten Hag ha fatto del suo meglio per smorzare le aspettative c’era un aspetto della prestazione della sua squadra per cui desiderava elogiare qualificato.

“Sappiamo che stiamo appena iniziando e quando le cose iniziano a scattare come la stampa… Sappiamo di aver commesso degli errori nel pressing e di aver subito delle occasioni, ma abbiamo anche creato molto, e penso che la nostra squadra abbia giocato con coraggio, è stata proattiva e abbiamo dovuto lavorare sodo per uscire da alcuni errori”, ha detto.

Potrebbe essersi riferito a momenti come questo intercetto in alto sul campo di Fred nel primo tempo. La struttura dello United sembra davvero solida con poche preziose opzioni a disposizione di Nathaniel Phillips. Potrebbe aver buttato fuori la palla alla sua schiena destra, ma Marco Rashford è abbastanza ben posizionato per applicare pressione non appena si dirige in quella direzione. Phillips, invece, prova il passaggio più rischioso in mezzo al campo, dove il brasiliano si infila per prendere una scarpa sulla palla.

Fred afferra il passaggio di Phillips a centrocampo, permettendo allo United di vincere la palla in alto

Wyscout/MUTV

Alla fine, il Liverpool è sopravvissuto a questa particolare pressione dello United, Phillips stava per uscire al sicuro da un duello con Anthony Martial che avrebbe potuto facilmente andare dall’altra parte.

Quando lo United lo ha riconquistato, Jadon Sancho assomigliava di più all’ala destra minacciosa che il club pensava di acquistare dal Borussia Dortmund un anno fa. Insieme a Diogo Dalot attaccando la fascia al suo fianco il nazionale inglese è stato in grado di fare quello che sa fare meglio, anche tirando su la schiena destra per un potente sforzo che ha cannoneggiato contro la traversa. L’altra occasione creata da Sancho, vale la pena notare, è venuta dalla volontà di inseguire un pallone che sembrava una causa persa; quando Phillips si è connesso in gran parte con l’aria fresca, è stato in grado di scappare, tirando su Rashford per un tiro promettente.

Tuttavia, Ten Hag non si sarebbe lasciata trasportare e nemmeno nessun altro. Se non altro, alcune delle modifiche che ha apportato non hanno offerto altro che un’idea di quanto sia stato fissato il livello più basso allo United negli ultimi anni. Avere un portiere in grado di sferrare attacchi veloci, conoscere le posizioni in cui mettere i giocatori chiave per sfruttarli al meglio: questo non deve avere nemmeno l’illusione di progredire. E ovviamente è tutto più facile quando l’intensità è bassa come all’inizio della pre-stagione nel caldo torrido di Bangkok.

Quanto efficacemente questo si tradurrà nel calcio della Premier League, per ora, nessuno può indovinare. Tutto ciò che possiamo estrapolare dal primo gioco non competitivo dell’era Ten Hag è che i suoi aggiustamenti sembrano avere un senso. È giusto dire però che non è sempre stato così allo United negli ultimi tempi.

Articolo precedenteWhatsApp consentirà la condivisione di note vocali negli aggiornamenti di stato
Articolo successivoRaheem Sterling del Chelsea offre versatilità tattica e rendimento costante, ed è ciò di cui i Blues hanno bisogno