Home Salute Perdite mestruali | I medici di famiglia chiedono di elaborarli come...

Perdite mestruali | I medici di famiglia chiedono di elaborarli come dichiarazione di auto responsabilità

64
0

Lo chiedono i medici di famiglia breve aspettativa, tra cui quelli relativi al dolore mestruale, elaborato attraverso un sistema di dichiarazione di responsabilità personale, invece di doverli elaborare. L’obiettivo è ridurre la pressione della burocrazia nei centri sanitari. I medici della PAC si lamentano della quantità di scartoffie che non hanno a che fare con l’assistenza clinica.

La riforma della legge sull’aborto concordata dal PSOE e da United We Can stabilisce che lo Stato pagherà le perdite mestruali sin dal primo giorno. Il minimo verrà impostato come “invalidità temporanea speciale delle contingenze comuni”, il che significa che deve essere prescritto da un medicocome qualsiasi altra disabilità temporanea.

GPS non credono che questa riforma aumenterà il numero delle vittime mestruali, tra l’altro perché “Potresti già chiedere un congedo per endometriosi”. “La novità è che il congedo per malattia sarà pagato al 100% e fino ad ora non era così”, dice Jordi Mestres, membro della comunicazione della Società catalana di medicina di famiglia e di comunità (Camfic). Tuttavia, Camfic è a favore di queste vittime, così come il resto del congedo di breve durata, elaborato attraverso un sistema di auto-responsabilità.

Vedi anche:  Due spagnoli su 3 di età superiore ai 40 anni hanno problemi a leggere i menu dei ristoranti

L’esperienza covid

Lo scorso gennaio, la pressione della sesta ondata di pandemia ha portato il Ministero della Salute a prendere la decisione di semplificare il sistema degli scarichi e degli scarichi causa covid-19 per alleggerire la Pac. Pertanto, i contagiati dal coronavirus che non sono in grado di telelavorare potrebbero elaborare il ritiro aprendo una consultazione elettronica tramite La Meva Salut.

“Quello che abbiamo imparato dal covid-19 è che brevi congedi per malattia, come emicrania, raffreddore o gastroenterite, dovrebbero essere presi per un sistema di auto-responsabilità, Spiega Mestre. Questa modalità è già utilizzata in paesi come la Danimarca o i Paesi Bassi.

Il presidente di Collegio ufficiale di Metges di Barcellona (COMB), Jaume Padrós, sabato ha chiesto su Twitter che la dismenorrea (mestruazioni dolorose) venga affrontata come un “permesso” e non come un “congedo medico” perché ciò comporterebbe, secondo lui, un “pressione sanitaria superflua e superflua” nelle cure primarie. “Va richiesto come si è fatto con il covid-19, come permesso o dichiarazione di auto responsabilità attraverso La Meva Salut”, pensa Padro.

“Il Il 40% del tempo dei professionisti la scuola primaria è dedicata a compiti burocratici, Padrós fa notare a questo giornale. Il presidente del COMB ricorda che ci sono assenze dal lavoro di breve durata che sono “disabilitato” e “ricorrente”, quindi non ha senso che la stessa persona si rechi dal medico una volta al mese (in caso di periodi dolorosi) per chiedere il congedo per malattia. Padrós è favorevole al riconoscimento della dismenorrea come a malattia invalidante e così sia “destigmatizzare”.

Vedi anche:  La Catalogna conferma 1.558 casi di vaiolo delle scimmie, 152 in più rispetto alla scorsa settimana

Articolo precedenteDBRS mantiene il rating di Sabadell ad “A” e migliora l’outlook dell’entità
Articolo successivoQuanti paesi non hanno (né hanno avuto) un solo caso di covid?