Home Economia Pechino annuncia più casi di Covid e le borse cinesi perdono fortemente...

Pechino annuncia più casi di Covid e le borse cinesi perdono fortemente le posizioni

53
0

Pechino, la capitale della Cina, ha avvertito questo fine settimana di più casi di Covid e ha iniziato i test di massa a Chaoyang, il principale distretto commerciale. La maggior parte dei 42 nuovi casi di Covid registrati a Pechino da venerdì si sono verificati in questo distretto, riporta la ‘CNBC’.

Finora a Pechino sono stati chiusi solo condomini specifici. Le scuole rimangono per la maggior parte aperte, ma il quartiere degli affari di Chaoyang ha ordinato la sospensione di tutte le attività e dei corsi di formazione di gruppoanche artistico e sportivo.

Il L’Hang Seng di Hong Kong scende di oltre il 4% questo lunedì, mentre Shanghai crolla del 5%. Questi sono gli indici che fanno peggio, mentre gli altri rendimenti tra l’1% e il 2%.

Vedi anche:  Chiusura leggermente ribassista per lo Ibex dopo aver perso forza nel tratto finale

Le autorità locali hanno aggiunto che i residenti della zona colpita di solito deve lavorare da casa E non uscire a meno che non sia necessario.

L’aumento dei casi a Pechino arriva come il La Cina continentale sta affrontando la sua peggiore epidemia di Covid dall’inizio del 2020. Il Paese ha aderito a una rigorosa politica di “zero Covid”, adottando rapidi blocchi, quarantene e restrizioni di viaggio per controllare i focolai del virus.

Maggior parte Shanghaila città più grande della Cina, ancora in lockdown prolungato e da venerdì ha riportato più di 100 nuovi decessi legati al Covid.

In tutto il paese, Shanghai è di gran lunga la città con il maggior numero di casi di Covid, poiché domenica sono stati registrati oltre 2.400 casi con sintomi e oltre 16.900 senza.

Vedi anche:  Gazprom interromperà l'invio di gas in Europa attraverso il gasdotto polacco Yamal

Articolo precedenteBBVA Trader incorpora il trading di CFD nella sua offerta
Articolo successivoI prezzi industriali in Spagna salgono del 46%, il più alto aumento dal 1976