Home Salute Paxlovid arriva in Spagna: prezzo, composizione ed effetti collaterali

Paxlovid arriva in Spagna: prezzo, composizione ed effetti collaterali

123
0

Il ministro della Salute, Carolina Darias, ha firmato giovedì scorso l’accordo per l’acquisizione e la distribuzione di 344.000 trattamenti completo di Paxlovid in Spagna con il direttore della società Pfizer Spagna e internazionale, Sergio Rodríguez.

Da lunedì il primo 11.900 trattamenti e nei prossimi giorni verrà fornito il resto dei farmaci fino al numero di 50.000 pillole nel primo trimestre dell’anno 2022.

Come ottenere il farmaco

La Commissione Permanente della Farmacia ha convenuto che la prescrizione di questo medicinale sarà effettuata nel campo delle cure primarie o lo Specializzato a seconda del professionista che effettua la diagnosi e saranno le comunità autonome a stabilirlo condizioni di erogazionetramite la Farmacia Comunitaria o i Servizi di Farmacia Ospedaliera.

Il Consiglio Generale dei Collegi Ufficiali dei Farmacisti (CGCOF) ha proposto di dispensare l’antivirale contro il covid-19 attraverso le farmacie per accelerare la sua somministrazione, che potrebbe aiutare a ottimizzare il trattamento e, quindi, avere migliori risultati nei pazienti.

Al momento non è noto il prezzo che il paziente dovrà assumersi quando li acquisterà in farmacia, ma è noto il costo che ha avuto per il sistema sanitario spagnolo. Il prezzo è intorno 700 euro per 30 pillole quel modulo in trattamento completo di cinque giorni.

Composto da tre pillole

Il trattamento Paxlovid consiste in tre pillole: due nirmaltrelvir e un ritonavir. Questo farmaco deve essere somministrato due volte al giorno per cinque giorniraggiungendo un totale di 30 compresse in cinque giorni.

Vedi anche:  Vaiolo, storia di un genocidio, di Olga Merino

Paxlovid presenta differenze rilevanti rispetto alle alternative esistenti, poiché ha il vantaggio di essere amministrato da per via orale. Ciò consentirà il trattamento ambulatoriale di pazienti lievi con fattori di rischio per la progressione del covid grave, controllando l’evoluzione dell’infezione e bloccando così il ricovero e la morte.

In questi pazienti è stata dimostrata un’efficacia dell’89% nel ridurre il rischio di ospedalizzazione o morte. Questa efficienza è almeno uguale o superiore a quello mostrato dai farmaci somministrati da per via endovenosa e più alto a quello mostrato da un’altra alternativa orale.

Intervenuto a Europa Press, il direttore dei Servizi Farmaceutici del CGCOF, Antonio Blanes, ha ricordato che lo stesso Ministero della Salute riconosce che “nella somministrazione di questo medicinale è un aspetto fondamentale poter somministrare il trattamento appena possibile dopo la diagnosi di covid-19 ed entro cinque giorni dall’esordio dei sintomi”.

perdita di gusto

I suoi potenziali effetti collaterali includono diarrea, dolori muscolari, ipertensione e perdita del gusto.

Infine, Blanes ha sottolineato che, come qualsiasi altro farmaco, Paxlovid non è esente da interazioni con altri farmaci, quindi l’azione del farmacista di comunità potrebbe evitarli. “Ritonavir, uno dei principi attivi presenti in questo farmaco, è un importante inibitore degli enzimi epatici e ci sono molti farmaci di uso comune, compresi altri prodotti acquistati senza necessità di prescrizione medica, che non possono essere somministrati insieme, quindi è molto è importante informare il medico di altri trattamenti e consultare il nostro farmacista, che conosce tutti i medicinali che utilizziamo”, ha sottolineato.

Vedi anche:  La Spagna supera i sette milioni di contagi da covid

chi può prenderlo

Il trattamento è autorizzato per l’uso in adulti ad alto rischio e a minori dai 12 anni fintanto che pesano più di 40 chili. Deve essere prescritto da un medico dopo che l’infezione è stata confermata e iniziare a prenderlo nei primi cinque giorni con sintomi. Nella sua sperimentazione clinica ha dimostrato a Riduzione dell’88%. di ricoveri e decessi.

Paxlovid non è raccomandato nelle persone con gravi problemi ai reni o al fegato. Inoltre, non dovrebbe essere assunto con alcuni farmaci, comprese alcune statine per abbassare il colesterolo comunemente usate, perché ritonavir può interferire con loro. I medici possono anche raccomandare di interrompere l’assunzione di altri farmaci per alcuni giorni o di aggiustare la dose dato che avvertono di “potenziali interazioni significative” con altri farmaci. La Food and Drug Administration (FDA) ha pubblicato un elenco di farmaci controindicati per l’uso con Paxlovid.

Il trattamento con Pzifer non è stato testato su donne in gravidanza e il foglietto illustrativo raccomanda di discutere i potenziali benefici e rischi del suo utilizzo con il medico. Può anche interferire con il pillola contraccezione e si raccomanda di utilizzare diversi metodi contraccettivi durante l’assunzione di Paxlovid.

in Catalogna

Il Ministero della Salute ha consegnato questo lunedì alla Catalogna un primo lotto di 1.950 trattamenti Paxlovid, 16%.

Nello specifico sono state distribuite 424 unità Barberà del Valles1.091 pollici Palau Solità i Plegamans e 435 pollici Polinia.

Articolo precedenteCome puoi programmare i tuoi messaggi Whatsapp?
Articolo successivoSe sbattono le palpebre lo perdono: Tesla punta direttamente ai massimi storici