Home Sport Partite della Premier League 2022-23: 10 date da sapere dal debutto di...

Partite della Premier League 2022-23: 10 date da sapere dal debutto di Erik ten Hag con il Man United al Liverpool vs City

123
0

Le partite di Premier League sono arrivate. La difesa del titolo del Manchester City inizia in modo complicato in trasferta contro il West Ham United e il Nottingham Forest torna in Premier League dopo oltre due decenni di trasferta con una trasferta a Newcastle. Il Fulham, vincitore del campionato, ospiterà il Liverpool, mentre il nuovo allenatore del Manchester United Erik ten Hag si metterà in gioco contro il Brighton.

Guardare più avanti in questa stagione arriva con una sua intrigante debolezza, il divario di sei settimane tra le partite di novembre e dicembre, che fa spazio alla Coppa del Mondo 2022, anche se quei giocatori che gareggeranno in entrambi non si sentiranno sicuramente come se avessero avuto molto di una pausa.

Ecco 10 delle date più intriganti in arrivo nel 2022-23. Ricorda, a parte il weekend di apertura, le date e gli orari di inizio non saranno confermati per questi giochi fino a quando le emittenti non avranno effettuato la loro selezione.

1. 5 agosto: la dura serata di apertura dell’Arsenal al Crystal Palace

Ancora una volta, la squadra di Mikel Arteta è invitata ad alzare il sipario sulla nuova stagione della Premier League, e non c’è dubbio che i dirigenti televisivi sperano in una ripetizione del drammatico debutto del 2021-22 quando i Gunners colpiti dal COVID sono stati schiacciati 2-0 dal neopromosso Brentford. La malattia potrebbe non essere un fattore questa volta, ma anche a pieno regime l’Arsenal avrà sicuramente il lavoro da fare per loro al Crystal Palace.

Come un tassista londinese, l’Arsenal è estremamente riluttante quando si tratta di fare viaggi a sud del fiume. Non c’è da stupirsi, Selhurst Park è disseminato delle ossa delle stagioni passate per Arteta e i suoi predecessori, in particolare due sconfitte per 3-0 negli ultimi cinque anni, entrambe nel tipo di rauche partite notturne che dovranno affrontare il giorno di apertura di 2022-23. Palace sembra avvicinarsi ai loro giochi più grandi senza paura, e troppo spesso i Gunners sono esattamente l’opposto. Questa potrebbe essere un’altra notte estenuante per chi viaggia dal nord di Londra.

2. 13 agosto: il calcio di massima serie torna al City Ground

È un peccato che il Nottingham Forest inizi la sua stagione in trasferta al Newcastle, ma quando i suoi tifosi hanno aspettato 23 anni per il calcio di massima serie al City Ground, che differenza fanno altri sette giorni? La vita in Premier League non sarà facile per la squadra di Steve Cooper, che dovrà affrontare un’altra probabile squadra di metà campo nel West Ham United prima degli scontri con Everton, Tottenham e Manchester City che si concluderanno ad agosto.

Forse è preferibile, e certamente offrirà a Cooper ea quelli sopra di lui la possibilità di fare un’altra valutazione della propria squadra quando si troveranno faccia a faccia con il meglio che l’Inghilterra ha da offrire. Nel frattempo, non si può mettere in discussione il loro impegno ad andare avanti nel mercato. Con il futuro di Brice Samba in dubbio, stanno tentando di ingaggiare Dean Henderson in prestito dal Manchester United e stanno anche inseguendo Ainsley Maitland-Niles. Potrebbe non essere la fine del mondo se questi giocatori vanno a letto proprio quando la lista delle partite è più scoraggiante.

Desideri una copertura ancora maggiore della Premier League? Ascolta di nuovo lo spazio Twitter di CBS Sports Golazo mentre Jonathan Johnson, Ben Jacobs e James Benge ti hanno portato la reazione dal vivo alla lista degli incontri e hanno guardato avanti alla finestra di trasferimento estiva.

3. 20 agosto: la prima partita del tendone di Ten Hag

L’elenco delle partite non è stato gentile con il nuovo allenatore del Manchester United. Mentre Erik ten Hag cerca di infondere una strategia e un’identità coese in un club la cui filosofia generale negli ultimi dieci anni sembra essere stata “ogni impegno è un buon impegno”, affronterà squadre che entrano in questa stagione sapendo esattamente cosa stanno facendo. Brighton e Brentford non daranno un quarto allo United all’inizio, ma è contro il Liverpool alla sua terza partita di campionato che verranno davvero espressi giudizi tempestivi.

Vedi anche:  Champions League: l'Inter afflitta da problemi familiari nella sconfitta all'andata contro il Liverpool

Ole Gunnar Solskjaer e Ralf Rangnick hanno almeno fissato il livello così in basso che il semplice fatto di non essere instradati costituirà un progresso, ma il nuovo boss saprà che i Reds sono il punto di riferimento contro il quale verrà giudicato. Sarà tentato, in quanto tale, di portare la partita dalla parte di Jurgen Klopp e provare a dimostrare che la sua squadra è subito in grado di confrontarsi con i migliori d’Europa? Sarebbe un approccio ad alto rischio, ma potrebbe portare con sé grandi ricompense.

4. 10 settembre: Continuano ad arrivare i test per Antonio Conte

La rapida attività del Tottenham nel mercato di questa estate sarà accolta con favore da Antonio Conte, anche se dà l’aria di un uomo che non sarebbe del tutto felice se Daniel Levy gli procurasse Kylian Mbappe, Erling Haaland e Trent Alexander-Arnold . Gli Spurs avranno bisogno di quanta più qualità possono raccogliere all’inizio per quella che è una lista di incontri difficile che li vede sfidare Chelsea, West Ham e Manchester City nelle prime sei partite.

Questo è un netto contrasto con il City, che accoglierà il Tottenham all’Etihad Stadium all’inizio di settembre dopo essersi fatto strada in una difesa del titolo che sembra dovrebbe iniziare in modo confortevole. La squadra di Conte, quindi, offrirà la prima occasione a Erling Haaland per dimostrare di sapercela fare contro le difese più dure della Premier League. Data la sua esperienza finora, qualcuno dubiterebbe della sua capacità di farlo?

5. 19 ottobre: ​​ultima chance saloon per aspiranti inglesi

Gareth Southgate deve ancora confermare la data in cui nominerà la sua squadra inglese, ma dovrebbe essere intorno al 20 ottobre. La sera prima, quindi, potrebbe essere troppo tardi per chi è ai margini, ma Jadon Sancho e Marcus Rashford ci sperano Questo non è il caso. Entrambi sembravano essere oggetto di un avvertimento in codice da parte dell’allenatore dei Tre Leoni, il quale ha notato che c’era molto da fare per i giocatori del Manchester United se vogliono guadagnare il loro posto in Qatar.

Riusciranno a fare il salto di qualità contro il Tottenham? Entro la metà di ottobre la squadra di Ten Hag dovrebbe sviluppare un senso di coesione, e se il suo lavoro all’Ajax è qualcosa su cui andare avanti, i suoi attaccanti larghi dovrebbero finire con un sacco di contributi diretti al referto che potrebbero semplicemente fare pressione su Southgate per considera i loro casi. Un ultimo grande passo sotto le luci dell’Old Trafford potrebbe suggellare l’accordo.

6. 12 novembre: un giorno di sconvolgimenti?

Quale impatto avrà l’incombente Coppa del Mondo di metà stagione sulle ultime settimane di Premier League prima della pausa invernale? Prove del passato suggeriscono che quei giocatori che sanno di essere destinati al torneo non rallentano esattamente nei mesi di aprile e maggio, ma c’è ovviamente una spiegazione ovvia per questo: che si tratti di una battaglia per la retrocessione o di una carica per il titolo, c’è molto in gioco per i loro club prima ancora di pensare al torneo estivo. Questa volta, con una mezza stagione ancora da seguire in Qatar, la pressione naturalmente non si sentirà così intensa.

In quel periodo tra l’annuncio delle squadre e l’arresto a malincuore dei campionati nazionali (solo nove giorni nel caso della Premier League), le nazionali prenderanno il volo con lo stesso vigore del solito? Difficilmente potresti biasimarli se non lo facessero. In quanto tale, questo ultimo fine settimana potrebbe offrire qualche turbamento in più per quelle squadre che stanno per perdere una miriade di giocatori alla Coppa del Mondo. Fulham contro Manchester United e Newcastle United contro Chelsea, in particolare, sembrano potenziali giochi trappola.

7. 26 dicembre: ritorno col botto

Otto giorni dopo aver alzato il trofeo nella notte del Lusail Iconic Stadium, Harry Kane tornerà al Brentford Community Stadium. Che cosa? Un uomo può sognare, no? Chiunque festeggi il Natale da campioni del mondo, possiamo essere certi che quei giocatori che tornano in Premier League avranno un altro round dell’trebbia che è il programma festivo inglese.

Vedi anche:  UEFA Conference League: pareggio dell'AS Roma a Leicester, fai un altro passo verso la fine della siccità dei trofei

Potrebbero non esserci partite extra tra Santo Stefano e Capodanno, ma il compenso alle emittenti è un altro round subito dopo il 2 gennaio, il che significa che i giocatori che hanno dato il massimo per la gloria per i loro paesi tornano a tre partite in otto giorni. Il recente round di pesanti pareggi della Nations League potrebbe semplicemente essere un presagio per ciò che verrà in Premier League, dove la risorsa più preziosa di tutte potrebbe essere i giocatori che possono ancora correre un po’.

8. 4 febbraio: l’ascesa di Newcastle continuerà?

Il Newcastle potrebbe rivelarsi la squadra più intrigante da seguire durante questa stagione. Ci saranno quelli – incluso un tifoso apparso su Twitter Space di CBS Sports Golazo mentre le partite calavano – si aspettavano che i Magpies salissero ai vertici della Premier League in pochissimo tempo. Sperano anche che febbraio porti con sé i nomi più grandi e brillanti strappati ai Mondiali dai proprietari sauditi.

Il Manchester City ha dimostrato che una volta che una squadra con ricchezza illimitata arriva in cima è quasi impossibile da rimuovere, ma ci sono voluti diversi anni per arrivarci dopo essere stata acquistata nel 2008. Il campo è ancora più affollato ora. Quello che potrebbe essere il progresso per il Newcastle nella prima stagione completa dopo l’acquisizione, invece, è essere al livello o intorno al livello dei suoi avversari in questo particolare gioco, il West Ham United. Ben gestiti, club ricchi con squadre forti che si trovano appena fuori dai primi sei dovrebbero essere l’obiettivo del Newcastle per il 2022-23. Questo gioco darà un’idea del fatto che lo stiano raggiungendo.

9. 1 aprile: il titolo decisivo?

Quando Manchester City e Liverpool si sono incontrati il ​​10 aprile della scorsa stagione, entrambi gli allenatori hanno insistito sul fatto che il risultato non avrebbe dettato il corso della corsa al titolo. A sette partite dalla fine c’erano troppe opportunità per ulteriori punti persi, hanno ragionato. In realtà ne perderebbero solo due ciascuno nelle restanti partite di campionato; il pareggio per 2-2 che hanno condiviso non ha deciso la corsa al titolo, ma una vittoria sarebbe stata se i risultati successivi fossero rimasti gli stessi.

Tali sono le vette che questi due stanno scalando, potrebbe benissimo essere che questo gioco, quasi due mesi prima che la stagione raggiunga le sue conclusioni, si riveli il punto di svolta nella corsa al titolo. Entrambe le squadre sono state grandiose la scorsa stagione e, con Darwin Núñez e Haaland aggiunti al loro arsenale offensivo, promettono di essere ancora migliori. Se non riescono a trovare un modo per togliersi punti a vicenda, chi lo farà?

10. 28 maggio: resa dei conti retrocessione a Goodison

L’ultimo giorno sembra già avere alcuni incontri intriganti. Se le cose andranno davvero bene per il Newcastle, potrebbe esserci una battaglia per il calcio europeo tra loro e il Chelsea, attorno al quale sono così tante le incertezze quest’estate, allo Stamford Bridge? L’ultima battaglia per il titolo tra Manchester City e Liverpool sarà decisa sui campi da gioco di Brentford e Southampton? Ovviamente è troppo presto per esserne sicuri, ma è possibile che la questione più grande in sospeso dell’ultimo giorno venga decisa a Goodison Park.

L’Everton a corto di soldi è sopravvissuto la scorsa stagione, ma se perdesse Richarlison, il 2022-23 potrebbe non essere meno faticoso. Il neopromosso Bournemouth, nel frattempo, cerca di avere una buona squadra, ma che potrebbe beneficiare di un discreto rafforzamento se non vuole essere trascinato nella battaglia per la retrocessione. L’ultimo giorno della stagione raramente fornisce un playoff diretto per la sopravvivenza. Questo potrebbe.

Articolo precedenteCinque incendi in Navarra sono ancora fuori controllo
Articolo successivoQuesta è l’area della tua casa in cui devi posizionare una pianta per evitare le mosche in primavera