Home Salute Palma diventa il primo porto spagnolo che limita l’ingresso a 3 crociere...

Palma diventa il primo porto spagnolo che limita l’ingresso a 3 crociere turistiche al giorno

51
0

Palma di Maiorca è diventata ufficialmente da questo giovedì in poi il primo porto spagnolo che si limita a 3 al massimo l’arrivo delle navi da crociera turistiche al suo porto.

Con la firma di questo protocollo di intenti tra il governo delle Baleari e le compagnie di navigazione turistica, Palma è il secondo porto del Mediterraneo dopo Dubrovnik che chiude un accordo di queste caratteristiche per conciliare il turismotutela culturale e ambientale della città e convivenza con i residenti.

Le Isole Baleari e i rappresentanti delle grandi aziende del settore turistico e la Cruise Lines International Association (CLIA) hanno siglato questo accordo con il quale fino al 2026 nel porto di Palma solo tre crociere al giorno potranno coincideree solo uno di essi può essere a mega crociera con più di 5.000 passeggeri.

Solo nell’attuale stagione turistica, che è già in corso, quattro navi possono arrivare nella città mediterranea in determinate date, solo 18 giorni durante l’anno. In totale, il numero medio giornaliero di crocieristi in una settimana non deve superare gli 8.000 turisti.

Questo protocollo d’intesa è stato firmato dal governo delle Baleari dalla sua presidente, Francina Armengol, e dai rappresentanti delle compagnie di navigazione nel Palacio de Congresos, davanti al porto delle Baleari, alla presenza del Segretario di Stato per il Turismo, Fernando Valdés, il ministro del Turismo, Iago Negueruela, il presidente del Consell de Mallorca, Catalina Cladera, e il sindaco di Palma, José Hila.

Vedi anche:  Basso a causa di una regola dolorosa | Chi è affetto da endometriosi dice basta

Questa firma è il culmine di due anni di negoziazione per avviare un nuovo modello in questo settore che cerca la sostenibilità del turismo crocieristico.

Accordo nel 2021

Il l’accordo è stato raggiunto lo scorso dicembre, ad Amburgo, tra il Balearic Executive e l’industria delle navi da crociera e rappresenta un precedente sia nel settore in Spagna che tra le principali destinazioni del Mediterraneo, regolamentando per la prima volta l’arrivo di grandi navi.

L’industria delle crociere genera 500 milioni di euro nelle Isole Baleari e impiega poco più di 4.000 persone.

Nel suo intervento, il Segretario di Stato per il Turismo ha evidenziato la cooperazione pubblica e privata a favore di questo settore turistico e anche per preservare la convivenza tra turisti e residenti.

È un Accordo “storico”, ha aggiunto Valdésche ha sottolineato che l’intenzione è che Palma, il primo porto crocieristico della Spagna, riceva un numero di turisti che consenta benefici economici e protezione culturale e sociale.

Vedi anche:  La Sindrome di Ulisse: il lutto estremo dei profughi che batte nell'esodo degli ucraini

“Si tratta di convivere e rendere possibile la convivenza di chi sbarca a Palmain modo che possano godere di questa meravigliosa città, e di coloro che vivono a Palma, senza che i suoi cittadini neghino la ricchezza generata dal turismo”, ha affermato.

Alla ricerca di un turismo equilibrato

Da parte sua, il presidente delle Baleari ha messo in evidenza i “molti anni di duro e complicato lavoro” fino alla firma di questo accordo. E la “chiave” di questo memorandum d’intesa è il “equilibrio” e “pensa al turismo oggi e domani”, ha detto.

Armengol ha commentato che “si capisce benissimo” che si vuole godere di una delle città più belle del Mediterraneo e della necessità di non far crollare le sue zone più emblematiche.

La presidente ha scelto di garantire l’economia turistica delle Baleari e che i suoi dipendenti abbiano posti di lavoro di qualità, per i quali ha ritenuto necessario “fuggire dal sovraffollamento”. “Anche il turismo deve essere equilibrato per i residenti, che hanno i loro diritti, che devono essere rispettati”, ha difeso.

Infine, ha riconosciuto che questo tipo di politica dei limiti è “controversa”, ma Armengol “presuppone che “avanzino” verso un turismo

Articolo precedenteCreato un vaccino contro il virus che causa la sclerosi multipla e la mononucleosi
Articolo successivoBBVA è impegnata per la sostenibilità nel settore agroalimentare