Home Economia Oro al bivio: venti favorevoli e contrari lasciano un potenziale limitato

Oro al bivio: venti favorevoli e contrari lasciano un potenziale limitato

55
0

“La chiave per oro rimane se rischi economici o finanziari legati alla guerra in Ucraina aumentare o diminuire”. Queste le parole degli esperti Julius Baer, ​​che analizzano la situazione in cui si trova il metallo prezioso, che nelle ultime settimane è rimasto intorno ai 1.930 dollari l’oncia. “Può sembrare sorprendente” dicono, dato che il il conflitto continua a devastare e non c’è una soluzione in vista, ma non lo è. coda e vento contrario che interessano l’oro stanno causando un “modello di prezzo vincolato”.

Secondo Carsten Menke, direttore di Next Generation Research presso Julius Baer, ​​il prezzo dell’oro è rimasto all’interno di questo range nelle ultime settimane nonostante il guerra in ucraina continua e nessuna soluzione è in vista. E questo perché “il mercato sta attualmente affrontando i venti favorevoli di a forte richiesta di riparo e i venti contro il rafforzamento del dollaro e il rendimenti reali in aumento sulle obbligazioni statunitensi“.

“Se osserviamo da vicino i principali fattori che influenzano il prezzo dell’oro, vedremo che ci sono venti favorevoli e contrari, che alla fine hanno portato a un modello di prezzo limitato“, sottolinea questo esperto. Per quanto riguarda i venti favorevoli, Menke sottolinea la richiesta di un rifugio attivo di fronte alla guerra.

Vedi anche:  Wall Street vola alle stelle alimentata dai colloqui di pace in Ucraina

In questo senso, fa notare che le disponibilità di prodotti auriferi con supporto fisico “hanno registrato entrate di oltre 185 tonnellate dallo scoppio della guerra”. “Sia la velocità che l’entità di questi afflussi sono simili a quelle delle crisi precedenti”fa notare lo stratega Julius Baer, ​​osservando che, inoltre, la domanda di lingotti e monete d’oro di dimensioni inferiori “è forte”.

Ma non così la domanda di oro da parte degli operatori più speculativi e di breve termine, che “ha appena ripreso, come dimostra la sua posizione nel mercato dei futures”.

ALTRI BENI DI RIFUGIO DISPONIBILI

Dal canto suo, per quanto riguarda i venti contrari, Menke spiega che provengono principalmente dal dollaro USA, che “è un porto sicuro in tempi di crisi”, e dal Rendimenti obbligazionari statunitensi. “Il dollaro ha raggiunto il livello più alto in circa due anni, il che è anche il caso dei rendimenti obbligazionari reali, poiché l’aumento dei rendimenti nominali ha superato le aspettative di inflazione”, afferma.

Vedi anche:  "Bitcoin può diventare un rifugio per la Russia durante la guerra"

A questi venti contrari si aggiunge il fatto che “il valore eccezionale delle obbligazioni a rendimento negativo in tutto il mondo è sceso da quasi 18 miliardi di dollari all’inizio dell’anno a meno di 3 miliardi di dollari oggi”. Pertanto, afferma l’esperto della banca svizzera, «dopo la forte vendita, anche il mercato obbligazionario è nuovamente disponibile per i richiedenti rifugio“.

Così com’è, sottolinea, guardando al futuro “la domanda chiave per l’oro rimane se i rischi del mercato economico o finanziario legati alla guerra siano in aumento o in diminuzione”. Ed è che, come si nota, il maggiori rischi “Significherebbe un aumento dei prezzi, ad esempio, dovuto a una partecipazione attiva delle truppe Nato lungo i confini ucraini oa un embargo energetico generalizzato contro la Russia”.

“UN arretramento dei rischi significherebbe prezzi stagnanti o leggermente inferiori, ad esempio, a causa di uno spostamento dei combattimenti esclusivamente nelle parti orientali dell’Ucraina”. In ogni caso, conclude, “consideriamo ancora l’oro come un’assicurazione piuttosto costosanonostante sia scambiato al di sotto dei suoi massimi recenti” di più di 2.000 dollari che ha colpito qualche settimana fa.

Articolo precedenteClassifica giocatori Chelsea vs Real Madrid Champions League: Karim Benzema e Thibaut Courtois brillano sotto la pioggia di Londra
Articolo successivoChampions League: la posta in gioco di Karim Benzema del Real Madrid si afferma come la migliore al mondo dopo la tripletta del Chelsea