Home Economia Ora sì, PharmaMar attacca la linea guida ribassista dell’ultimo anno e mezzo

Ora sì, PharmaMar attacca la linea guida ribassista dell’ultimo anno e mezzo

64
0

Le azioni della società biotecnologica hanno accumulato un aumento del 35% dai minimi della sessione di vendite di panico di giovedì della scorsa settimana, proprio quando è iniziata l’invasione russa dell’Ucraina.

Analisi tecnica
LINEA GUIDA ribassista
LINEA GUIDA ribassista

Breve termine

Medio termine

Lungo termine

Una linea guida ribassista è una linea che presenta minimi impeccabili e che deve soddisfare la condizione di avere, almeno, tre punti di tangenza o supporto per esso. Non vale solo due punti di contatto. In definitiva, si tratta una zona di resistenza in cui la pendenza è negativa e in cui ogni volta che il prezzo lo tocca, si produce uno scarico di carta. Cioè, l’offerta è maggiore della domanda e quindi i prezzi scendono.

Ed è quello che abbiamo a PharmaMar. Un’impeccabile resistenza dinamica decrescente che unisce ogni successivo massimo minimo da ottobre 2020 e che attualmente passa per la zona di circa 63 euro. Sebbene non sia sufficiente superare la linea guida ribassista, dobbiamo richiedere che il valore superi l’ultimo massimo inferiore: i massimi di gennaio nei 66 euro. Solo chiudendo su candele settimanali superiori a 66 euro lasceremo la porta aperta in modo che, finalmente, qualcosa possa iniziare a cambiare di valore dopo 18 mesi di fase correttiva.

phm030322
Grafico settimanale di PharmaMar (PHM).
Articolo precedenteChiavi per normalizzare le malattie rare
Articolo successivoDue spagnoli su 3 di età superiore ai 40 anni hanno problemi a leggere i menu dei ristoranti