Home Technologia Ora è possibile prenotare il cellulare Pixel 6a di Google

Ora è possibile prenotare il cellulare Pixel 6a di Google

306
0

L’azienda Google ha annunciato nella sua ultima conferenza I/O l’imminente lancio del telefono Pixel 6a e le cuffie Pixel Buds Proentrambi i prodotti possono essere prenotati da oggi Il Pixel 6a ha un prezzo di partenza di 459€mentre Pixel Buds Pro avrà un costo 219€.

Funzionalità in primo piano

Il Pixel 6a ha un processore Google Tensor che, secondo fonti dell’azienda stessa, consente di immettere sul mercato un telefono con funzionalità di fascia alta ma a un prezzo accessibile. Un buon esempio delle capacità del dispositivo sono le nuove funzionalità che integra, come ad esempio: Traduzione istantanea che ti consente di lavorare con esso anche senza copertura o Magic Eraser che fornisce utilità pratica e possibilità creative. Ad esempio è molto difficile trovare una spiaggia deserta ma, grazie a Magic Eraser, in tutte le foto delle vacanze sembra che l’utente abbia tutta la spiaggia per sé. Ti permette anche di scattare foto leggermente stravaganti, ad esempio bambini su un’altalena e farla sparire in modo che sembri che stiano volando. Le possibilità sono tante e divertenti.

Si noti che, come i precedenti modelli della serie, il 6a eccelle nella fotografia computazionale, supportata dal processore Google Tensor. Ha anche gli stessi algoritmi di post-elaborazione dei suoi fratelli maggiori, consentendo esperienze della fotocamera simili a Real Tone.

Vedi anche:  Amazon lancia nuovi prodotti basati sull'intelligenza ambientale

Infine da menzionare che Pixel 6a ha la stessa architettura di sicurezza dei telefoni di punta del brand, incluso il chip di sicurezza Titan M2 e diversi livelli di protezione del hardware. E, come piattaforma hardwareÈ comune che Pixel 6a offrirà anche cinque anni di aggiornamenti di sicurezza da quando apparirà su GoogleStore.com, esattamente come Pixel 6 e Pixel 6 Pro.

Tecnologia innovativa per le cuffie

I Pixel Buds Pro includono la cancellazione attiva del rumore, o ANC, che consiste nel generare rumore aggiuntivo del segno opposto, con il quale viene prodotta un’interferenza che annulla il rumore intorno a noi. Questo processo è tanto più efficace quanto più velocemente le cuffie possono captare il rumore esterno e calcolare un’onda sonora inversa. Quindi, per accelerare tale processo, Google ha deciso di utilizzare altoparlanti personalizzati e un chip audio a 6 core con algoritmi proprietari. Grazie a ciò l’ambiente diventa silenzioso ed è possibile immergersi completamente nella musica, o nella conversazione.

Vedi anche:  Questo è il router Fritz!Box con Wi-Fi 6, di AVM

Una volta creata la tecnologia, si è pensato ad uno stampo adatto. I canali uditivi di ogni persona sono unici, quindi non è sempre possibile ottenere che le punte degli auricolari offrano una tenuta perfetta. E il problema è che il suono che filtra dall’esterno influisce sull’esperienza di ascolto. Per evitare l’ingresso di suoni indesiderati, è stato creato un Silent Seal – che si adatta all’orecchio – e sono state sviluppate diverse dimensioni di punte per Pixel Buds Pro. L’esperienza è ottimale, la stessa quando si ascolta musica o un podcast rispetto a quando si effettua una telefonata.

Per i momenti in cui è importante essere consapevoli di ciò che sta accadendo intorno a noi; ad esempio, quando si attraversa una strada, la modalità suono ambientale è molto utile. Questa modalità utilizza lo stesso motore a bassa latenza della cancellazione attiva del rumore, ma in questo caso per elaborare e far passare rapidamente tutti i suoni che le cuffie captano nell’ambiente.

Disponibilità

Entrambi i dispositivi sono già prenotabili su Google Store o Amazon (Pixel 6a e Pixel Buds Pro) e inizieranno ad essere commercializzati il ​​28 luglio.

Articolo precedenteAmazon acquista la rete sanitaria privata One Medical e il valore sale del 68%
Articolo successivoTutti pensano che sia salutare a cena ma i medici chiedono di eliminarlo per questo