Home Salute Oms e Unicef ​​avvertono del più grande calo dei vaccini infantili in...

Oms e Unicef ​​avvertono del più grande calo dei vaccini infantili in 30 anni

106
0

La crisi del covid-19 e la disinformazione sono alla base del più forte calo continuo delle vaccinazioni infantili contro altre malattie in quasi tre decennisecondo un rapporto del Organizzazione mondiale della Sanità (OMS) e Unicef pubblicato giovedì.

La percentuale di bambini che hanno ricevuto tutte e tre le dosi del vaccino contro difterite, tetano e poliomielite (DTP) è scesa dall’86% nel 2019 a solo l’81% nel 2021. Questo vaccino è utilizzato come indicatore chiave della copertura dell’immunizzazione in tutto il mondo.

L’autunno nel 2020 e nel 2021 si verifica dopo un decennio di miglioramenti.

“Questo è un allarme rosso per la salute dei bambini. Stiamo assistendo al ha continuato il più grande calo delle vaccinazioni infantilil per una generazione”, ha dichiarato Catherine Russell, direttore esecutivo dell’UNICEF. “Le conseguenze si misureranno in vite umane”.

Vedi anche:  I partiti e le comunità sono impazienti per la rimozione delle mascherine

molteplici ragioni

Le ragioni di questo declino sono molteplici: conflitti, maggiore disinformazione e problemi di fornitura o continuità delle cure legati alla pandemia di covid-19.

Si prevedeva che nel 2021 a ripresa dopo il lockdown, ma invece i tassi di vaccinazione hanno continuato a diminuire in tutte le regioni del mondo.

Questa bassa copertura ha portato a focolai prevenibili di morbillo e poliomielite negli ultimi 12 mesi, secondo il rapporto.

Malnutrizione

La notizia arriva in un momento in cui Anche i tassi di malnutrizione sono in aumento. Un bambino malnutrito ha già a sistema immunitario più debole e quindi più probabilità di sviluppare casi gravi di queste malattie prevenibili.

Articolo precedenteMediobanca nomina António Horta-Osório (Credit Suisse) Senior Advisor
Articolo successivoLe cinque notizie più importanti della giornata per gli investitori spagnoli