Home Moda e bellezza “Ogni mio concerto è una sorpresa per il pubblico”

“Ogni mio concerto è una sorpresa per il pubblico”

185
0

Il 24 giugno, Prince Royce si esibirà alle Noches del Botánico di Madrid nel suo viaggio attraverso la Spagna. Se vuoi vedere l’artista dal vivo, c’è ancora tempo per acquistare i biglietti.

Questo tour celebra i tuoi undici anni di carriera. fare il punto

Ce ne sono dodici credo, non li sto nemmeno contando, davvero. Sono molto felice di essere in Spagna, di tornare in tournée dopo due anni senza cantare con il covid e di celebrare questa lunga carriera, ricordando tutto quello che ho vissuto. Sono molto felice di portare la bachata in tutto il mondo, di portarla qui, di vedere che le persone cantano le mie canzoni, è un onore e un piacere per me. I miei sogni sono stati realizzati.

Cosa può aspettarsi la persona che va al tuo concerto venerdì?

Penso che per me in ogni spettacolo la persona prenda un po’ di Prince Royce. Cerco sempre di toccare i fan, abbracciarli, cantare per loro, portare una ragazza sul palco, regalare rose, cerco sempre di connettermi con quelli più indietro. La mia musica è un tipo di genere che deve raggiungere il cuore delle persone ed è così che sento che le persone possono ballare, divertirsi con il proprio partner, con la propria famiglia o anche se vanno da sole. E, questo venerdì alle Notti botaniche, questa è la mia intenzione: divertirmi, divertirmi e anche conoscere un po’ di più della Spagna. Ad ogni concerto prendo anche un po’ di pubblico e penso che ognuno sia un’esperienza di apprendimento per me. Ad ogni spettacolo cresco come persona e come artista.

L’Orto Botanico è uno spettacolo in loco…

Sì, mi è stato detto. Non ci sono mai stato e sono molto felice di vederlo e di esibirmi lì.

Alter ego ha debuttato direttamente al numero uno della Billboard Top Latin Albums. Cosa significa per te che il tuo lavoro sia riconosciuto in questo modo dal pubblico?

Ogni album per me è speciale e metto il 110% in ogni canzone. In quello in particolare ho sperimentato sonorità diverse e vedere che ha avuto quel successo è stato per me quasi più soddisfacente che con il mio primo album. Ho lanciato il primo senza aspettative, il secondo quasi uguale, ma sembra che negli anni abbia più pressioni per migliorarmi ed è per questo che ora la mia soddisfazione è maggiore. Ora mi diverto di più quando vedo che un album o una canzone ha successo.

Vedi anche:  Ritorno a scuola, libri, zaini, materiale scolastico: KIDS El Corte Inglés

Ho visto che hai un record da Guinness

Sì! È stato con la canzone “Carita Innocent”, la canzone con il maggior numero di settimane al numero 1 nella lista Tropical Airplay di Billboard, penso che siano state 30 settimane. In ogni caso, molti e non era qualcosa che mi aspettavo. Non sapevo nemmeno cosa stesse succedendo, era nel mezzo della quarantena e non avevo idea che stesse suonando così tanto. È stata una sorpresa e molto felice vedere come la mia musica abbia battuto i record, soprattutto per ciò che significa per il genere, che ha raggiunto così tanti paesi.

Domani esce una collaborazione con Nicky Jam

Sì, la canzone “If they ask you” è una canzone con molti sentimenti e parla di qualcosa che sta accadendo nella mia vita in questo momento. Penso che sia questo l’obiettivo della musica, raccontare storie, condividerle con i fan e mantenere un cuore aperto.

Per quando la prossima collaborazione da star?

Ce ne sono molti nel nuovo album che sto già finendo e sì, saranno cose molto interessanti.

Puoi darci un nome?

No, manca il fattore sorpresa, penso sia importante. Sono un fan della musica e quando il mio artista preferito pubblica una canzone, ed è qualcosa che non mi aspettavo, penso che mi diverta di più. Le sorprese sono buone.

Ho visto che hai molti premi tra cui 14 nomination ai Latin Grammy. Di quale di tutti sei stato più entusiasta e perché?

Vedi anche:  zero stress e dormi tutta la notte

Credo che i Billboard siano riconoscimenti prestigiosi che ammiro molto e di cui sono orgoglioso. Non è facile vincerli. Ovviamente nella musica non si tratta solo di premi o di numeri uno, ma quando ne ricevi uno ti senti bene.

Nel 2016 hai detto in una rivista che eri la voce dell’America, cosa significava?

Sì? Ho detto? Beh, penso di provare a rappresentare da dove vengo. Ci sono molte voci dall’America o da dove vengo io. Cerco sempre di rappresentare le mie radici e la mia cultura. Sono nato nel Bronx, i miei genitori sono dominicani e mi sento molto latinoamericano. Ecco perché ho deciso di cantare la bachata e provo a cantare un po’ di me e della mia cultura alle persone. Penso che sia una cosa molto bella.

Come vedi attualmente il panorama della musica latina?

Siamo nel momento migliore. Vedendo quante persone provenienti da altri paesi si riuniscono e collaborano alla musica in spagnolo, gli americani vogliono registrare con i latini. Immagina un successo come “Despacito” con Daddy Yanky, Luis Fonsi e Justin Bieber che ha rotto le barriere. Ora puoi accedere a qualsiasi piattaforma digitale e scoprire la musica da qualsiasi angolo del mondo. L’interesse che le persone hanno per la musica latina ora è incredibile e per me è importante far parte di questo movimento.

Chi sono i tuoi riferimenti?

Molti; Sono un fan di Marc Anthony, Romeo Santos, Enrique Iglesias, Juan Luis Guerra, Eminem, Rihanna… Ne ascolto molti e amo quello che fanno. Cerco sempre di imparare e ascoltare nuovi suoni. Quando arrivo in un paese, mi piace ascoltare la musica locale, vedere cosa sta suonando e usarlo come influenza per creare le mie canzoni.

Precisamente, per finire, stavo per chiedertelo. Cosa ti ispira a comporre?

Penso alle storie personali, alla vita, alle cose che sento, anche in televisione. Sono andato a cena, ho sentito una canzone e sono tipo… wow! quanto suona bene quella chitarra e lo scrivo. Mi sembra che le idee vengano così, all’improvviso.

Articolo precedenteQuesto è il trucco in modo che la tua valigia lasci sempre la prima sul nastro dell’aeroporto
Articolo successivoVitamine e integratori, la scienza fa luce sulla loro efficacia