Home Economia Nuovi rialzi del petrolio: il barile del Brent sfiora i 124 dollari

Nuovi rialzi del petrolio: il barile del Brent sfiora i 124 dollari

136
0

Il petrolio rimane uno dei titoli più volatili sui mercati azionari. Il petrolio greggio sperimenta un leggero progresso durante la sessione di questo mercoledì, che sta causando il barile di Brent, petrolio di riferimento in Europa, sfiora i 124 dollari. Da parte sua, la botte di Intermedio del Texas occidentale è in aumento di circa l’1% e viene scambiato per oltre $ 122.

Gli investitori stanno scontando un possibile sciopero dei lavoratori petroliferi norvegesi per motivi salariali, che aumenterebbero il rischio di produzione di greggio, nonché L’allentamento delle misure anti-Covid da parte della Cinacosì come un possibile aumento delle riserve petrolifere statunitensi.

Fonti del mercato americano che raccoglie ‘CNBC’, hanno sottolineato che i dati della American Petroleum Institute (API) ha mostrato martedì che le scorte di petrolio greggio negli Stati Uniti è aumentato di 1,8 milioni di barili nella settimana terminata il 3 giugno. Le scorte di benzina e distillati sono aumentate rispettivamente di 1,8 milioni di barili e 3,4 milioni di barili.

Vedi anche:  BHP chiude il suo miglior anno fiscale in 11 anni con un utile di 21.639 milioni

“Nonostante il rapporto API mostri un accumulo di petrolio greggio e prodotti petroliferi, i prezzi del petrolio sono al rialzo, supportati dalle aspettative che la Cina allenterà le restrizioni Covid, il che si tradurrà in un aumento della domanda e delle importazioni quest’anno”. Giovanni Staunovo, analista di UBS.

Nelle ultime settimane, L’UE ha accettato un embargo quasi totale sul greggio russo.anche se ha ceduto Richieste ungheresi e manterrà aperto l’oleodotto che rifornisce il paese magiaro; La Russia, da parte sua, lo ha riconosciuto si aspetta circa 10.000 milioni di euro dalla vendita di petrolio e gas. Allo stesso modo, il L’OPEC ha deciso di aumentare la produzione di petrolio dopo l’embargo europeo sul greggio russo, un prodotto che La Cina cercherebbe di acquistare a un prezzo ridotto per riempire le sue riserve strategiche.

Vedi anche:  Il 'biglietto verde' fa sempre da rifugio: per 1,08 dollari per ogni euro?

Articolo precedenteGli Stati Uniti subiscono un rimbalzo del covid-19 prima dell’avanzata di due nuove varianti
Articolo successivoIntel cade in borsa di fronte allo scenario ribassista proiettato da Citi