Home Technologia Nuova truffa con trappola: la truffa Bizum inversa ha il consenso delle...

Nuova truffa con trappola: la truffa Bizum inversa ha il consenso delle vittime

135
0

“Il tecnologia il diavolo lo carica…” dicono e ripetono i nostri nonni. In questo caso hanno ragione loro: i Guardia Civile e Associazione dei consumatori Facua avvertire di un nuovo truffa digitale: il truffa dibizum inverso‘. Non √® una novit√† che il sistema di pagamento istantaneo √® molto di moda: ne ha gi√† pi√Ļ di 10 milioni di utenti in Spagnaviene utilizzato sempre di pi√Ļ e, quindi, si muove di pi√Ļ i soldi. La piattaforma, infatti, ha gi√† dovuto smentire che verr√† pagata. Ora, inoltre, √® una buona vena per il truffatori.

Il successo di Bizum è tale che il Comune di Barcellona consentirà il pagamento di multe tramite questo sistema a partire dal 2023. Il servizio è stato creato nel 2016 per consentire pagamenti tra individui Y negozima rimbalzato nel 2019 con la collaborazione del bancario spagnolo. In questo senso, la maggior parte delle banche e degli enti integra già il servizio nelle proprie applicazioni e siti web.

Vedi anche:  YouTube blocca i media finanziati dalla Russia in tutto il mondo

Prendono i numeri di telefono dalle pagine degli annunci

Man mano che la sua popolarit√† cresce, cresce anche la sua uso fraudolento. La nuova truffa di cui mettono in guardia le autorit√† √® molto semplice. Tanto che “√® molto facile cadere”, avverte Facua. La truffa “reverse Bizum” consiste nel prendere dati da persone che hanno messo il loro numero di telefono in pagine di annunci. Fingono di essere qualcuno interessato a loro ed √® qui che inizia l’inganno.

I truffatori inviano una richiesta di denaro. Nel concetto mettono cose come “pagamento” o “fertilizzante“. Le vittime, leggendolo, pensano che sia vero e cliccando, cosa stanno facendo veramente √® pagare i truffatori. La Guardia Civile sottolinea che √® importante prestare molta attenzione a questo tipo di operazioni perch√© i ladri giocano per trarre in inganno gli utenti.

La polizia recupera pi√Ļ di 6.000 euro in Navarra

La Guardia Civile ha riferito che in Navarra ha recuperare 6.300 euro in un caso in cui sono stati truffati fino a 9.000 euro. Per questo caso, gli agenti stanno indagando su due uomini di 25 e 45 anni che risiedono a Murcia, che hanno accusato di un reato di frode.

Vedi anche:  Gli Stati Uniti conquistano alla Russia una posizione cruciale per la libert√† di Internet

Nel momento in cui accettano la richiesta, le vittime stanno dando il loro consenso al pagamento del denaro. In questo senso, Facua ricorda la differenza tra a spedizione bizzarra e uno richiesta di denaro. “Nei trasferimenti di denaro, il destinatario non deve intraprendere alcuna azione, l’importo raggiunge direttamente il suo conto”, spiegano le fonti dell’organizzazione.

In caso di richieste, la persona che riceve una richiesta deve Confermare che si desidera effettuare il pagamento tramite un messaggio che specifica chiaramente se l’utente desidera effettuare un pagamento alla persona che invia la richiesta. Per accettare o rifiutare la richiesta, invece, √® necessario accedere al applicazione bancaria“, dettagliano.

Articolo precedenteVariante XT del covid: cosa si sa sulla nuova mutazione furtiva di omcron
Articolo successivoForte punizione in borsa per BBVA: la sua esposizione alla Turchia non ama il mercato