La tappa finale della WSK World Series, che si è completata con il suo terzo e conclusivo atto a Sharm el Sheikh, in Egitto, ha confermato quanto vitale e agguerrito sia il paddock della serie mondiale di karting, promossa e organizzata da WSK Promotion. Le gare hanno infatti riservato cambiamenti di situazione e colpi di scena a ripetizione, anche in quelle classi dove i giochi di campionato erano quasi decisi.

Kozlinski batte tutti in SKF, ma il titolo va a Convers. Si era presentato fin da ieri in splendida forma e si è ripetuto in Finale: il francese Arnaud Kozlinski (CRG-Maxter-Vega) ha messo in chiaro fin dal via quanto tenesse a vincere la Super KF a Sharm el Sheikh, scattando in testa per condurre a metà gara un’accesa lotta con il connazionale Armand Convers (Kosmic-Vortex-Vega). Quest’ultimo è anche riuscito a installarsi al comando per pochi giri, prima di cedere nuovamente a un Kozlinski decisamente avviato verso la vittoria. Al secondo posto è quindi risalito l’olandese Nyck De Vries (Zanardi-Parilla-Vega), in lotta con Convers per il campionato. A fine gara, quest’ultimo è però stato tolto di classifica, per aver occupato la posizione sbagliata nello schieramento, dopo una sosta tecnica al suo mezzo prima del via. Al secondo posto è quindi salito l’eccellente bresciano Davide Forè (CRG-Maxter-Vega), seguito da Convers. Il francese, conquistando il podio, si è perciò aggiudicato anche il campionato, davanti a De Vries.

Thonon non ha avversari in KZ2. Il belga Jonathan Thonon (CRG-Maxter-Dunlop), dopo un inatteso stop anticipato nella Prefinale KZ2, è partito in Finale lancia in resta, dal fondo dello schieramento, per rimontare tutti e avviarsi verso la vittoria, sia in gara che in campionato. Il suo compagno di team, l’americano Gary Carlton, è invece rimasto fuori gioco dopo una toccata in bagarre. Così per le posizioni a podio la lotta è stata fra i due driver Tony Kart-Vortex, vale a dire il bresciano Marco Ardigò e il belga Rick Dreezen, che hanno concluso nell’ordine al secondo e al terzo posto.

Bailly conquista in extremis gara e campionato in KF2. Da Sharm el Sheikh riparte con una grande delusione il barese Ignazio D’Agosto (Tony Kart-Vortex-Vega), presentatosi in testa alla classifica KF2 ma vittima della accesa bagarre al via della Finale, che gli ha irrimediabilmente compromesso la vittoria. Una serie di urti, in un affollato ingresso alla prima curva, ha messo fuori gioco D’Agosto, che ha dovuto proseguire in coda al gruppo. Intanto l’inglese Chris Lock (Tony Kart-Vortex-Vega), andato in testa, ha subito l’attacco del belga Sébastien Bailly (Kosmic-Vortex-Vega) e del compagno di team e connazionale Luke Varley, i quali si sono presto installati nelle prime due posizioni. Bailly si è avviato deciso verso la vittoria, che gli è valsa anche il successo in campionato. Varley è invece stato scavalcato da Lock e dal giapponese Yu Kanamaru, che hanno così completato il podio.

Kasai vince a sorpresa la KF3, ma il campionato va a Verstappen. La lotta sempre più accesa, tra l’olandese Max Verstappen (CRG-Maxter-Dunlop), e il romeno Robert Visoiu (Tony Kart-Vortex-Dunlop) ha portato a situazioni di gara che hanno visto Visoiu fuori pista e Verstappen sanzionato con esclusione dalla gara. I due principali protagonisti della KF3 sono rimasti così fuori dalla lotta per la vittoria, nonostante una decisa rimonta che ha portato Visoiu al terzo posto. Il successo è così andato alla sorpresa giapponese Takashi Kasai (Tony Kart-Vortex-Dunlop), rimasto davanti all’altrettanto positivo Antonio Fuoco (CRG-Maxter-Dunlop) dopo un sorpasso avvenuto nei primi giri. Il campionato è comunque rimasto nelle mani di Verstappen, già con notevole vantaggio in classifica.


Stop&Go Communcation

La tappa finale della WSK World Series, che si è completata con il suo terzo e conclusivo atto a Sharm […]

https://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/wskwsk-311010-01.jpg World Series – Sharm el Sheik, Finali: Nell’ultima tappa i vincitori sono Kozlinski, Thonon, Bailly e Kasai