Ad una giornata che ha già riservato un notevole colpo di scena nel mondo dell’endurance si aggiunge la vittoria di AF Corse contro il reclamo per l’esclusione dall’ordine di arrivo della 4 ore di Shanghai, che ha visto vincitrice sul campo la Ferrari di James Calado ed Alessandro Pier Guidi.

La 488 GTE Evo #51 in sede di verifiche post-gara era stata squalificata a causa dell’altezza da terra dello splitter anteriore superiore ai 50 mm previsti. L’anteriore della vettura – come si evinceva anche dalle riprese televisive – era stato oggetto di duri contatti nelle fasi iniziali di gara, ma nell’immediato la direzione sportiva e tecnica del Cavallino non era stata in grado di convincere i commissari, che attribuivano cosi la vittoria alla Porsche di Kevin Estre e Michael Christensen.

Il verdetto della Corte d’appello della FIA pone ora Calado e Pier Guidi di nuovo in corsa nella classifica delle GTE-Pro, ponendosi al secondo posto con 68 punti contro gli 83 dei leader dell’Aston Martin, Nicki Thiim e Marco Sorensen. A seguire, entrambi a quota 65, gli equipaggi della Porsche #91 di Bruni e Lietz e della seconda Aston Martin; ad un punto sotto Estre e Christensen.

Discreto balzo anche nella classifica costruttori, dove la Ferrari ora vanta 125 punti contro i 148 di Aston Martin ed i 132 di Porsche.

Porsche che frattanto ha annunciato la line-up completa per la prossima 24 ore di Le Mans. Come lo scorso anno, Fred Makowiecki e Laurens Vanthoor si aggregheranno agli equipaggi della #91 e della #92. Gli altri due alfieri di Stoccarda nell’IMSA, Earl Bamber e Nick Tandy, condivideranno invece l’abitacolo della 911 RSR-19 #93 insieme a Matt Campbell. Trio francese infine sulla #94, che vedrà il ritorno il forma ufficiale di Patrick Pilet insieme ai suoi due giovani protetti Julien Andlauer e Mathieu Jaminet.

Diffusa infine l’entry list dei test di Sebring, che si svolgeranno sabato 14 e domenica 15 marzo. Presenti 29 delle 30 vetture iscritte, a parte la Corvette di Jan Magnussen e Mike Rockenfeller, che sarà protagonista di una sessione privata pochi giorni prima.

A parte la cronica mancanza di certezze sull’equipaggio delle Porsche Proton #88, se segnala la sola assenza di Kenta Yamashita nelle fila dell’High Class Racing, che proporrà un equipaggio totalmente danese alla prossima Le Mans proprio col veterano Corvette qualora riceva un invito per la sua seconda Oreca LM P2 impegnata nell’European Le Mans Series con Dennin Andersen ed Anders Fjordbach.

La riserva Toyota nel weekend sarà impegnata in una test della Super GT giapponese ad Okayama

Piero Lonardo

L’entry list dei test di Sebring


Stop&Go Communcation

Classifica della GTE-Pro rivoluzionata. Porsche frattanto presenta gli equipaggi per Le Mans

https://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2020/02/ferr_Shangh.jpg WEC – La Ferrari vince l’appello di Shanghai: vittoria per Calado e Pier Guidi