Il terremoto derivante dal repentino abbandono di Rebellion Racing dopo la prossima Le Mans ha generato come previsto una reazione a catena che ha avuto come epicentro il programma congiunto con Peugeot per lo sviluppo della nuova Hypercar destinata a debuttare nel 2022.

Per tutta risposta, il massimo responsabile sportivo della casa del Leone, Jean-Marc Finot, ha reso noto nella giornata di ieri di avere demandato a Ligier lo sviluppo di alcuni particolari del nuovo prototipo, nella fattispecie gli aspetti aerodinamici.

Messa quindi da parte l’ipotesi Oreca, partner tecnico Rebellion negli ultimi sei anni, prima con la R-One e poi con la R13 LM P1, passando per la 05 LM P2, va però detto che la nuova Peugeot Hypercar potrebbe anche prendere la forma di una LMDh, sempre secondo le indiscrezioni raccolte dalla stampa francese.

Nonostante questi chiari di luna sul futuro forse già segnato della nuova categoria, Cameron Glickenhaus continua invece imperterrito nel proprio programma. Nei giorni scorsi il costruttore statunitense ha reso pubbliche sul proprio sito le specifiche ed il prezzo al pubblico, fissato in 2,1 milioni di $, del nuovo modello, denominato SCG 007, oltre al dettaglio della struttura tecnica incaricata della realizzazione, in gran parte italiana.

E’ inoltre emerso che la nuova hypercar di Glickenhaus non sarà spinta da un motore di derivazione Alfa Romeo, bensì da un propulsore termico 3 litri V6 biturbo capace di fornire 840 HP sviluppato appositamente per questa vettura e marchiato CG, così da annientare una volta per tutte alla radice qualsiasi tentativo di depistaggio da parte dell’ACO sul tema del costruttore completo.

Ciò che però da più da pensare è la tabella di marcia autoimposta, che prevede lo sviluppo della parte tecnica entro il prossimo giugno, con la prima macchina assemblata in agosto. Una schedule quindi tiratissima per essere presenti, insieme a Toyota, Aston Martin e magari anche ByKolles, ai test collettivi di fine agosto a Silverstone, ma che non impaurisce Glickenhaus, proteso a diventare il secondo costruttore a vincere Le Mans dopo la Ford nel 1967.

Piero Lonardo


Stop&Go Communcation

Frattanto Glickenhaus prosegue col proprio programma Hypercar

https://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2020/02/Peugeot.jpg WEC – E Peugeot scelse Ligier….