Rebellion Racing è un team da sempre ha un occhio di riguardo per l’estetica delle sue vetture. Dopo le livree art-car dell’ultima Le Mans e quelle più recenti bianco-nere di Silverstone, ecco la versione definitiva per il resto della stagione 2019-2020 del World Endurance Championship.

A partire dal Fuji la R13-Gibson #1, iscritta a tutto il campionato per Bruno Senna, Gustavo Menezes e Norman Nato assumerà una nuova colorazione nero-argento sicuramente di maggiore impatto visivo rispetto alla versione “gemini” vista nel season opener.

Tutte le vetture hanno iniziato intanto a prendere la via del Giappone e così faranno la prossima settimana i piloti impegnati nel secondo round della serie mondiale.

Tra essi Anthony Davidson, che a sorpresa aveva saltato la gara di casa per un problema al polso. Il campione 2014 prenderà posto sull’Oreca LM P2 di Jota Sport insieme a Roberto Gonzalez e ad Antonio Felix da Costa, che hanno gareggiato da soli nel season opener conquistando il quinto posto finale di categoria.

Ancora nessuna nuova invece per ora riguardo l’equipaggio della seconda Porsche GTE-Am, che a Silverstone insieme al pilota “casa” Thomas Preining, ha schierato Gian Luca Giraudi e Ricardo Sanchez. Sempre sul fronte Porsche, in casa Project 1 tornerà David Heinemeier-Hansson, assente a Silverstone per la nascita del primo figlio e sostituito dallo Young Driver tedesco David Kolkmann.

Piero Lonardo

L’entry list aggiornata della 6 Ore del Fuji


Stop&Go Communcation

Anthony Davidson di ritorno per Jota

https://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2019/09/Reb2.jpg WEC – Ancora una nuova livrea per Rebellion