Il decantato sole della Florida pare aver litigato col WeatherTech SportsCar Championship; dopo il diluvio di Daytona infatti, pioggia subito fattore anche per la 12 Ore di Sebring.

Lo start viene dato solo dopo 40’ dietro la vettura di servizio, con i due ventilatori mobili a cercare di spazzare via più acqua possibile dalla scivolosa superficie dell’ex-aeroporto.

Prima del pronti via, la Cadillac del Wayne Taylor Racing passa per ben tre volte dai box per cercare di definire subito una strategia alternativa, grande plus nella vittoria all’ultima Rolex 24.

All’allontanarsi della pace-car, Tristan Nunez con la Mazda è subito pronto a prendere il comando sull’Acura Penske in pole. Anche la Porsche al palo in GTLM deve presto cedere alla Ford di Richard Westbrook, mentre la Porsche in livrea tartan di Zach Robichon passa l’Acura di Trent Hindman.

La gara si sviluppa a passo lento data la pioggia non intensissima ma battente, che – contrariamente alle previsioni – sembra destinata ad abbattersi per tutta la mattinata ed oltre. La leadership della Mazda #77 dura poco, perché prima Filipe Albuquerque e poi Pipo Derani superano il prototipo Soul Red, col brasiliano che alla fine eredita la prima piazza.

Problemi frattanto per le Acura, che cedono vistosamente (anche un paio di testacoda per gli starter Helio Castroneves e Ricky Taylor sulla ARX #7) e anche l’altra Mazda si aggiunge al gruppetto di testa.

Anche l’altra Ford con Sebastien Bourdais riesce a ricongiungersi alla vettura gemella, inseguita dalle BMW di Colton Herta e Philipp Eng. Corvette terza forza in GTLM mentre le Porsche così performanti ieri sull’asciutto stentano a dir poco.

Tra le due LM P2 iscritte, al momento è l’esemplare del Performance Tech a prevalere, anche a causa del testacoda di Matthew McMurry, uno dei tanti ad andare largo in curva 17. In GTD infine, ad un sesto della previsione di gara, dietro l’accoppiata di testa emerge in P3 la BMW M6 GT3 del Turner Motorsport, che ha avuto la meglio sull’Acura tutta al femminile, ora insidiata anche dall’unica Ferrari in gara di Scuderia Corsa.

Piero Lonardo

La classifica dopo due ore di gara


Stop&Go Communcation

Fin qui uno-due Action Express. Battaglia serrata fra Ford e BMW in GTLM

https://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2019/03/PL54049-1024x682.jpg USCC – Sebring, Start: Green flag dopo 40’ causa pioggia