Come due settimane fa a Daytona, gli acquazzoni estivi delle Florida hanno ritardato l’apertura delle ostilità del Grand Prix of Sebring, terza prova del WeatherTech SportsCar Championship 2020.

Dopo 90’ di attesa, l’iconico tracciato ha accolto i concorrenti su una pista umida, che però via via andava migliorandosi al punto che nella seconda metà della sessione gran parte dei concorrenti hanno azzardato le slick.

Purtroppo però un tris di uscite di strada, due al tornatino di curva 7 e una in curva 13, hanno fatto decideree la direzione gara a chiudere anzitempo la prima ora a disposizione.

A guidare la lista dei tempi un tris Cadillac, guidato da Renger van der Zande per il WTR col tempo di 1.51.152, due decimi meglio di Stephen Simpson ritornato sulla DPi V.R. #85 del JDC-Miller. P3 ma lontanissimo (+1”4 dal battistrada) Pipo Derani sulla vettura dell’Action Express che tornerà a dividere col connazionale Felipe Nasr, nuovamente abilitato alla guida dopo la sospensione per COVID che lo ha tenuto fuori dal precedente weekend di Daytona.

Migliore prestazione, ma era facile ipotizzarlo, tra le LM P2 per Gustavo Menezes, sub di lusso in casa DragonSpeed, col tempo di 1.55.897. Per la categoria, che ritorna dopo la Rolex 24 a gennaio, non ha preso parte la vettura del Performance Tech.

Facile anche prevedere un miglior tempo Porsche tra le GTLM grazie a Laurens Vanthoor, autore di 1.59.501. A seguire, ben distanti, le due Corvette di Jordan Taylor ed Oliver Gavin.

McLaren ancora sugli scudi tra le GTD con Paul Holton autore di 2.06.012, davanti alla Lexus RC F GT3 di Jack Hawksworth e alla Lamborghini di Andy Lally.

Il programma ultra-compresso del sabato prevede una seconda sessione di libere, le qualifiche e la gara, rispettivamente alle 10.00 AM, 1.55 PM e 5.35 PM, il tutto ora locale.

Piero Lonardo

I risultati delle Libere 1


Stop&Go Communcation

Ancora il maltempo a ritardare la sessione, svoltasi perlopiù su pista umida

https://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2020/07/WTR.jpg USCC – Sebring GP, Libere 1: Tris Cadillac capeggiato da Van der Zande