Le Acura non hanno dato scampo agli avversari nelle qualifiche di Road America, conquistando la prima fila per la gara di domani con Ricky Taylor, autore di 1.49.061, e Dane Cameron.

Le avvisaglie del dominio del Team Penske, ricordiamo all’ultima stagione con le ARX05 DPi, si erano viste già al mattino nella seconda sessione di libere, dove le due Acura hanno segnato i migliori tempi, ancorchè a posizioni invertite, lasciando a 6 decimi Tristan Nunez con la migliore delle Mazda.

Nelle qualifiche, sospese per recuperare la Cadillac di Felipe Nasr, arrestatasi nella ghiaia di curva 3 a pochi minuti dal termine della sessione, Harry Tincknell ha limato il distacco dal vertice a mezzo secondo, davanti a Nunez.

La terza fila avrebbe visto proprio Nasr in quinta piazzola, quale migliore delle Cadillac davanti a Ryan Briscoe, con tempi immediatamente a ridosso della RT24-P, ma il crono del brasiliano è stato deletato dalla direzione gara per aver causato la red flag e la Cadillac biancorossa partirà dalla settima piazzola dietro anche all’altra DPi V.R #85 di Joao Barbosa e Sebastien Bourdais.

Tra le LM P2, nessun problema tra i gentleman per Patrick Kelly e l’Oreca del PR1 Mathiasen, autore di 1.54.474, 1” meglio di Henrik Hedman, all’ultima qualifica nella serie americana con il DragonSpeed prima di volgere l’attenzione verso la 24 Ore di Le Mans.

Gran battaglia invece in GTLM tra le sei vetture iscritte. Alla fine l’ha spuntata il campione in carica Laurens Vanthoor, che ha beffato le Corvette col tempo di 2.00.590. Le due GT del Kentucky seguono nel raggio di mezzo secondo e precedono a loro volta le due BMW M8 GTE e l’altra 911 RSR-19 di Fred Makowiecki. Tutte le vetture sono raccolte nel classico secondo, a riprova se ce ne fosse stato bisogno, dell’estrema competitività della categoria, a dispetto del numero di iscritti.

Ancora una doppietta Lexus infine in GTD, con l’enfant du pays Aaron Telitz a prendersi la pole position di categoria davanti al compagno di squadra Frankie Montecalvo col tempo di 2.06.251. A seguire, ma distanziate di un secondo, la McLaren 720S del Compass Racing con Corey Fergus e la BMW M6 GT3 di Robby Foley, quest’ultima completamente ricostruita dopo un violento crash nelle ultime libere causato da una défaillance ai freni.

Lo start della gara, della durata standard di due ore e 40 minuti, alle 12.00 PM locali di domenica.

Piero Lonardo

I risultati delle Libere 2

I risultati delle Qualifiche


Stop&Go Communcation

Vanthoor beffa le Corvette in GTLM. Lexus ancora al top in GTD

https://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2020/08/Acura7b-1024x682.jpeg USCC – Road America, Libere 2 e Qualifiche: Acura imprendibili