Tutto attendevano le Mazda a Road America, per la quarta prova del WeatherTech SportsCar Championship, e invece nelle prime prove libere è stata lotta a due Acura-Cadillac. Negli istanti finali Ricky Taylor ha infatti superato di circa 3 decimi col tempo di 1.50.654 il tempo del teammate Dane Cameron.

Il campione in carica della serie aveva a sua volta aveva preso il comando della lista dei tempi per soli 10 millesimi sulla Cadillac di Renger van der Zande, che segue in graduatoria, avendo a propria volta limato il crono di Felipe Nasr con l’altra DPi V.R dell’Action Express, che completa il quartetto di testa.

Solo terza fila virtuale quindi per le due Mazda, ricordiamo vittoriose qui nel 2019 con Jonathan Bomarito ed Harry Tincknell, a quasi 7 decimi dal vertice.

Tra le LM P2, è lotta tra i protagonisti dell’European Le Mans Series, con Simon Trummer al top con 1.53.381 e la vettura del PR1 Mathiasen davanti a Ben Hanley con la entry del DragonSpeed.

Leader inaspettati anche in GTLM, dove, grazie ad un robusto aiuto del BoP, erano attese le BMW; invece è stata doppietta Porsche, con Nick Tandy ed il tempo di 2.01.492 davanti al campione della categoria Laurens Vanthoor.

Solo P3 per la migliore delle M8 GTE grazie a Jesse Krohn, distanziato però di quasi un secondo, a precedere le due Corvette. L’altra BMW si è invece fermata lungo la pista e ha causato la prima delle due interruzioni. La seconda è stata cura di Cameron Cassels e dell’Oreca LM P2 del Performance Tech.

BMW che infine eccelle tra le GTD grazie a Bill Auberlen, al top con 2.06.822 con la M6 GT3 del Turner Motorsport, lasciando ad oltre 8 decimi la Porsche di Pat Long. Per il veterano californiano potrebbe essere la volta buona per disfarsi finalmente dell’ex-equo a quota 60 in vetta alla lista delle vittorie assolute nelle serie IMSA con l’altra leggenda Scott Pruett.

Dal paddock del Wisconsin, che ospiterà la prima gara non a porte chiuse della stagione, giungono però notizie non proprio confortanti sul prosieguo della schedule. La seguente tappa del VIR, destinata alle sole GT, ed in programma il 23 agosto, si svolgerà a porte chiuse, mentre per la 6 Ore del Glen, che segue in calendario il 6 settembre, manca ormai solo l’annuncio ufficiale della cancellazione. Destino simile per l’appuntamento di Lime Rock, in programma il 12 settembre.

A rischio anche la penultima gara di Laguna Seca, stante le attuali restrizioni in tema COVID19 dello stato della California. Al vaglio degli organizzatori una seconda tappa a Road Atlanta il 7 settembre, Labor Day, per sostituire il Glen e una gara a Charlotte per rimpiazzare l’appuntamento tutto GT di Lime Rock.

Il programma di Road America proseguirà nella giornata odierna con la seconda sessione di prove libere e le qualifiche, rispettivamente alle 9.55 AM e alle 2.50 PM locali.

Piero Lonardo

I risultati delle Libere 1


Stop&Go Communcation

Porsche uno-due in GTLM. Sarà la vittoria #61 per Auberlen? Calendario ancora a rischio

https://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2020/08/Acura7-1024x682.jpeg USCC – Road America, Libere 1: Il primo round va alle Acura ma Cadillac vicinissime