L’IMSA, ente organizzatore del WeatherTech SportsCar Championship, ha annunciato di avere cancellato anche la gara di Mid-Ohio, in programma dall’1 al 3 maggio.

Ancora una volta sono le norme imposte dal CDC statunitense in tema di COVID-19, che vietano gli eventi che coinvolgono più di 50 persone, a generare questo nuovo annullamento, che segue quelli di Sebring, poi rischedulato a novembre, e Long Beach, come la gara del midwest, posposta a data da destinarsi.

A seguito di ciò, il neopresidente IMSA, John Doonan, ha diffuso un comunicato rivolto ai fans della serie. Questa la traduzione:

“Cari fans dell’IMSA. Grazie. Per più di cinque decadi avete riempito le colline, le tribune e i prati intorno alle nostre piste e vi siete sintonizzati sulle telecronache dei nostri eventi. Avete supportato i nostri team e i nostri piloti, i nostri costruttori e i nostri partners, i nostri promoter e le comunità nelle quali corriamo, e per ciò vi saremo per sempre grati.

Stiamo aspettando con entusiasmo la prossima opportunità di ritrovarci ancora una volta assieme e fare ciò che ci riesce meglio. Ad ogni modo, le linee guida del Center for Disease Control and Prevention (CDC) ed i protocolli di sicurezza hanno portato l’IMSA a posporre tutti gli eventi fino al 3 maggio.

Avrete certamente visto che abbiamo rischedulato la 12 Ore di Sebring, così come e altre gare di contorno presso il Sebring International Raceway al weekend dell’11-14 novembre 2020. Questo sarà un evento spettacolare e speriamo stiate già facendo piani per unirvi a noi in autunno a Sebring.

Noi continueremo a lavorare con i nostri partner incaricati della promozione per rimettere in calendario gli altri eventi annullati, e maggiori informazioni saranno diffuse appena possibile. Il nostro obiettivo consiste nel gestire stagioni complete per tutte le serie da noi gestite.

Insieme ai nostri partners della NASCAR e attraversi tutta l’industria professionistica del motorsport, è stata presa la decisione di garantire la salute e la sicurezza di tutta la nostra comunità – inclusi fans, concorrenti, azionisti, gli operatori degli eventi e la nostra squadra dell’IMSA. Come comunità globale, il nostro obiettivo primario deve essere quello di prevenire il più possibile la diffusione del COVID-19. L’unico modo di farlo in modo efficace è di unirci alle altre controparti dello sport e dello spettacolo e di posporre i nostri eventi fino a che non sarà sicuro ritornarvi.

Insieme al lavoro con i nostri promoters per rischedulare le gare, stiamo cercando attivamente modalità creative ed appropriate affinchè i competitor ed i partner IMSA vi intrattengano mentre aspettiamo che passi il coronavirus. Sintonizzatevi quindi sui nostri canali social e su IMSA.com per maggiori novità a breve.

Ancora una volta, grazie per non aver abbandonato il vostro supporto alle gare IMSA: La comunità da corsa è una grande famiglia e voi siete una parte importante di essa. Per favore rimanete in sicurezza e ci rivedremo in pista prima che lo immaginiate”.

Con IMSA, ELMS e WEC che hanno sospeso le attività fino al primo weekend di maggio, l’obiettivo dell’endurance si sposta inevitabilmente sulla 24 Ore di Le Mans. Al riguardo, Pierre Fillon, presidente dell’ACO, ha fatto sapere ieri a mezzo social che il destino della 88ma edizione della classica della Sarthe sarà deciso entro il 15 aprile prossimo.

Ancora “appesa” invece la gara di Detroit in coabitazione con l’IndyCar, in programma il 30-31 maggio prossimi. Nel frattempo l’IMSA ha proibito anche tutti i test privati, non solo quelli in pista, ma anche quelli in galleria del vento e al simulatore.

Piero Lonardo


Stop&Go Communcation

Il neopresidente IMSA, John Doonan, si rivolge ai fans. Le Mans sempre più a rischio

https://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2020/03/MOFans.jpg USCC – Cancellata anche Mid-Ohio