Colton Herta sembra destinato a lasciare il segno nell’IndyCar Series, e dopo essere diventato il più giovane vincitore di sempre al Circuit Of The Americas, questa sera a Road America ha anche ottenuto la prima pole position della sua breve carriera a 19 anni e 83 giorni.

Il giovanissimo figlio d’arte dopo una serie di passi falsi, ha ritrovato finalmente il passo giusto in un circuito che lo ha visto trionfare lo scorso anno nella gara 1 dell’Indy Lights, prima dominando il primo gruppo del Q1, con il miglior crono del weekend, 1.42.4555, segnando poi il miglior tempo del secondo turno e chiudendo infine la pratica nella Fiestone Fast Six, precedendo Alexander Rossi di quasi 2 decimi.

In seconda fila un’accoppiata Penske composta da Will Power e Josef Newgarden, il migliore nell’ultimo turno di libere. Un’altra coppia, quella dell’RLL, occupa la terza fila con Takuma Sato dietro a Graham Rahal.

Proprio il figlio del grande Bobby è stato protagonista dell’unica interruzione della giornata, con un lungo in curva 7 nel finale delle libere 3.

Ancora problem per il campione in carica, Scott Dixon, gravato da un problema tecnico nel finale del primo turno, e partirà dodicesimo senza evrt segnato nemmeno un giro nel Q2. Problemi di motore anche per Santino Ferrucci, 21mo.

Chiude la griglia dei 23 Tony Kanaan, che domani, allo start del decimo appuntamento dell’IndyCar Series 2019, alle 11.45 AM locali, compirà la sua 370ma partenza in carriera, superando il suo team owner AJ Foyt, secondo all time dietro ovviamente a Mario Andretti con 407.

Piero Lonardo

I risultati delle Libere 3

I risultati delle Qualifiche


Stop&Go Communcation

Il rampollo dell’Harding-Steinbrenner diventa il più giovane polesitter della serie

https://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2019/06/06-22-Colton-Herta-Road-america.jpg IndyCar – Road America, Libere 3 e Qualifiche: Herta, prima pole