Colton Herta ha continuato ad impressionare anche nella seconda ed ultima giornata dei test collettivi al Circuit Of The Americas.

Sulla pista texana la giovane promessa dell’Harding Steinbrenner Racing ha portato la sua DW12-Chevy ancora al top nella sessione del mattino con 1.46.6401, precedendo il vicecampione in carica Alexander Rossi di quasi 4 decimi, Simon Pagenaud con la migliore delle Vetture del Team Penske, Scott Dixon e Josef Newgarden.

Il pentacampione neozelandese ha peraltro causato una delle tre interruzioni della sessione, uscendo di pista senza maggiori conseguenze in curva 6. Le altre red flag hanno visto protagonisti James Hinchcliffe, Spencer Pigot e Kyle Kaiser, tutti fermi nelle corrispondenze di curva 5.

Nel pomeriggio è stato invece Rossi a primeggiare con 1.46.8535, davanti ancora una volta ad Herta, che mantiene comunque la migliore prestazione dei test col best crono segnato martedì pomeriggio. La pattuglia Honda prosegue con Ryan Hunter-Reay, Felix Rosenqvist, Graham Rahal e Scott Dixon. Simon Pagenaud ancora una volta è il migliore delle Chevy con la settima prestazione.

Nel Paddock di Austin sono state due le notizie che hanno parzialmente distolto l’attenzione dalle vetture in pista; la prima riguarda il coinvolgimento del Team Carlin nell’avventura che riporterà la McLaren e Fernando Alonso alla prossima Indy 500, fonte Indystar, il maggiore quotidiano di Indianapolis.

L’altra riguarda invece ancora una volta Pato O’Ward, il quale è emerso avrebbe rifiutato una proposta di otto gare da parte di Michael Andretti, che come noto è il vero padrino dell’Harding Steinbrenner.

Il giovane campione Indy Lights ha fatto sapere a mezzo social, con toni va detto assolutamente smorzati, che in realtà non avrebbe rifiutato nessuna offerta, ma solo chiesto di essere liberato dal contratto – così come poi è avvenuto – per cercare un altro team cui portare in dote il milione di dollari dell’ultima scolarship Mazda.

Purtroppo per il giovane talento messicano il tempo che lo separa dal season opener inizia a scarseggiare, così come le opzioni possibili, ma O’Ward si è comunque dichiarato fiducioso di trovare una soluzione.

Le monoposto dell’IndyCar Series, prima di calcare le strade di St.Petersburg, torneranno in pista a Sebring per un’ulteriore sessione di test collettivi.

Piero Lonardo

I risultati della terza sessione

I risultati della quarta sessione


Stop&Go Communcation

McLaren verso la joint venture con Carlin per Fernando Alonso e la Indy 500

https://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2019/02/02-13-Rossi-On-Course-Turn12-COTAOpenTest.jpg IndyCar – COTA Spring Training, Day 2: Herta ancora protagonista, Rossi insegue