Nel weekend partirà la nuova stagione dell’IndyCar Series. Nuovo sponsor, diversi volti nuovi fra piloti e fra i teams.

L’entry list vede 24 piloti, col campione in carica Scott Dixon in testa, tra cui spiccano ben 5 rookies. A dire il vero due di loro, Santino Ferrucci e Colton Herta, hanno già avuto modo di saggiare in gara la DW12 durante la scorsa stagione, mentre Marcus Ericsson, Felix Rosenqvist e Ben Hanley sono invece dei debuttanti assoluti.

L’inglese come noto correrà con la vettura del DragonSpeed pure al debutto, e che ha avuto modo di saggiare ad inizio settimana sulla vicina pista di Sebring nel corso degli ultimi test collettivi. Prima escursione tra i muretti anche per Scuderia Corsa, nell’effort congiunto con l’Ed Carpenter Racing per Ed Jones.

All’appello mancano però due vetture, i cui sedili non sono ancora stati assegnati: la vettura di Juncos Racing, con Kyle Kaiser fin qui confermato solo ad Austin e la seconda entry dell’Harding Steinbrenner, ancora vacante dopo la rescissione consensuale del contratto con Pato O’Ward.

Notizia dell’ultimo momento, a St.Petersburg ci sarà anche Robert Wickens, alla prima uscita ufficiale in pubblico dopo il terribile incidente di Pocono. Il pilota canadese, che lo scorso anno segnò la pole position, sarà a disposizione dei media e dei fan.

La serie ha inoltre annunciato una nuova partnership riguardante i servizi di distribuzione televisiva, che sarà affidata per le prossime tre stagioni alla MX1.

La MX1, quale provider di servizi mediatici, collaborerà a stretto contatto con la IMS Productions, la società di produzione che fa capo alla famiglia Hulman, allo scopo di fornire supporto operativo e di distribuzione del segnale ai circa 80 Paesi detentori dei diritti televisivi dell’IndyCar Series.

Tra questi anche l’Italia dove, come per altri sport americani, si assisterà all’avvicendamento tra Sky e la piattaforma digitale DAZN. Fatto curioso, nel Regno Unito è avvenuto il fenomeno contrario, con SkySport ad aggiudicarsi i diritti per i prossimi anni dopo averli rilevati da BT Sports, che ne era detentrice dal 2013. SkySport UK trasmetterà le gare dell’IndyCar Series sul canale F1, poiché non esistono concomitanze fra le due categorie di monoposto.

Giovedì giornata dedicata alle attività promozionali. L’appuntamento in pista a St.Petersburg è per venerdì 8 marzo alle 10.45 AM con le prime libere. Lo start della gara alle 1.30 PM di domenica 10 marzo.

Piero Lonardo

L’entry list di St.Petersburg


Stop&Go Communcation

La serie annuncia una nuova produzione televisiva; Sky cede in Italia ma acquista in UK

https://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2019/03/PL59131-1024x682.jpg IndyCar – Tutto pronto per il season opener, anche Robert Wickens