La prima pole position di questa tormentata stagione 2020 dell’IndyCar Series va a Josef Newgarden, autore al Texas Motor Speedway di una media sui due giri di 215.740 mph.

Il campione in carica, vincitore qui lo scorso anno, è uscito per ultimo e ha battuto dell’equivalente di 16 centesimi Scott Dixon, che dopo aver scalzato Ryan Hunter-Reay dal top spot, sembrava avviato alla sua 30ma pole in carriera.

Il popolare “Captain America” partirà dalla quarta piazzola, preceduto anche dal vincitore dell’ultima Indy 500, Simon Pagenaud, mentre la terza fila sarà composta da Zach Veach e Will Power. P7 per Graham Rahal, migliore tra i non appartenenti ai “Big three”, i tre team più titolati, vale a dire Ganassi, Penske ed Andretti. Dietro di lui nella top ten Alexander Rossi, Felix Rosenqvist ed un raggiante Tony Kanaan.

Peggior sorte invece per il compagno di squadra del nativo dell’Ohio, Takuma Sato, andato a sbattere pesantemente nel giro di riscaldamento. Pilota illeso ma un duro lavoro per il team RLL in vista della gara.

Duro lavoro anche per l’Ed Carpenter Racing sulla vettura di Rinus VeeKay, incidentata nelle libere, che non ha preso parte alle qualifiche, come anche Santino Ferrucci per permettere alla crew del Dale Coyne Racing di modificare il set-up della macchina, ritenuto non ottimale nelle libere, in funzione della gara.

Delusione invece per gli altri rookie, a partire dal duo della McLaren Arrow SP, Pato O’Ward ed Oliver Askew, rispettivamente 18mo e 20mo. Meglio di loro la seconda vettura del DCR, quella coiscritta con il Team Goh di Alex Palou, 16ma.

L’appuntamento per la prima green flag non virtuale del 2020 per le corse in monoposto alle 7.10 PM locali.

Piero Lonardo

I risultati delle Qualifiche


Stop&Go Communcation

Big crash per Takuma Sato, illeso

https://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2020/06/Newg-1024x682.jpg IndyCar – Texas, Qualifiche: Newgarden scippa la pole a Dixon