St.Petersburg si è svegliata sotto una sottile cappa di nuvole che però nulla toglie alla gradevolezza della temperatura, anzi. Delle mutate condizioni della pista si sono accorti anche i piloti dell’IndyCar Series, che hanno aperto la giornata con il warm-up.

Alla fine della mezz’ora dedicata, a sorpresa sono state le due DW12-Honda del Rahal Letterman Lanigan a capeggiare la lista dei tempi, con Takuma Sato, polesitter qui nel 2014 e ricordiamo misteriosamente estromesso ieri dalla Q2, primo con 1.01.0942 davanti al compagno di squadra Graham Rahal.

A completare la top five, i due alfieri dell’Andretti Autosport, Ryan Hunter-Reay ed Alexander Rossi, e Matheus List, primo delle vetture motorizzate Chevy, a 3 decimi.

Ancora qualche problema di assetto invece per Scott Dixon, decimo, giratosi in curva 4 ma rientrato snza conseguenze, e soprattutto per Josef Newgarden, alla fine sesto, fermatosi in curva 13 e protagonista dell’unica interruzione della sessione.

Solamente P17 infine per il polesitter Will Power, tra i più attivi in pista con i suoi 23 giri.

Il via del GP of St.Petersburg alle 1.30 PM locali.

Piero Lonardo

I risultati del Warm-up


Stop&Go Communcation

Ancora problemi di assetto per Dixon e Newgarden, autori di due testacoda

https://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2019/03/PL50780-1024x682.jpg IndyCar – St.Petersburg, Warm-up: Uno-due RLL con Sato e Rahal