Ryan Hunter-Reay sembra voler iniziare in splendida forma questa sua 13ma stagione nell’IndyCar Series e piazza il miglior tempo anche nella terza ed ultima sessione di prove libere del GP of St.Petersburg.

Il popolare floridiano di adozione, che qui ha sempre solo sfiorato la vittoria, ha praticamente ripetuto il miglior tempo di ieri con 1.00.8966, precedendo il campione 2017, Josef Newgarden di soli 39 millesimi ed il vincitore della Indy 500 dello stesso anno, Takuma Sato, di 67.

Seguono gli altri due alfieri Penske, Simon Pagenaud e Will Power, e la sorpresa Ed Jones, sesto con la entry di Scuderia Corsa a 2 decimi dalla vetta. P7 e P8 per le due macchine del Team Ganassi, con Scott Dixon a precedere il migliore del primo turno, Felix Rosenqvist.

La sessione è stata interrotta per ben tre volte per altrettante uscite di strada. Protagonisti Zach Veach, finito nelle gomme a protezione di curva 13 dopo circa 15′, Ben Hanley, fermo poco dopo in curva 4 (che anche oggi chiude la classifica dei tempi a oltre 2”6 dal vertice con la vettura del DragonSpeed), e infine Max Chilton, che ha chiuso anticipatamente le ostilità.

In mattinata è stata apposta la placca del vincitore dello scorso anno nel Victory Circle vicino alla Dan Wheldon Way, alla presenza di Sebastien Bourdais, autore di un clamoroso back to back dopo il successo del 2017.

Il team di Dale Coyne ha reso noto di avere assegnato la terza vettura per la Indy 500 a James Davison, che tornerà per la quinta volta sull’ovale dell’Indiana in uno sforzo congiunto con Jonathan Byrd, l’Hollinger Motorsports ed il Belardi Racing. Davison ricorderete due anni fa aveva sostituito all’ultimo momento l’infortunato Bourdais.

Tutto pronto per le prime qualifiche della stagione, in programma alle 2.30 PM locali.

Piero Lonardo

I risultati delle Libere 3


Stop&Go Communcation

Newgarden beffato di soli 39 millesimi

https://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2019/03/PL58530-1024x682.jpg IndyCar – St.Petersburg, Libere 3: Hunter-Reay si ripete