L’asso delle V8 Supercars Scott McLaughlin è stata la stella dei test svoltisi lunedì a Sebring. Il 26enne australiano, campione in carica della massima serie turismo del down under, non ha infatti demeritato in questa sessione premio regalatagli dal team Penske, segnando un tempo non ufficiale di 53”3 sulla versione corta del tracciato della Florida, il tutto sotto gli occhi vigili del vincitore dell’ultima Indy 500, Simon Pagenaud.

Presenti sul posto anche i nuovi acquisti di Ed Carpenter, Rinus VeeKay e Conor Daly, pure alla prima esperienza con l’aeroscreen, così come Sage Karam, al primo shakedown su stradale del Dreyer & Reinbold dal lontano 2013 in vista del season opener di St.Petersburg, ed Oliver Askew con la McLaren Arrow SP. La nuova livrea del team diretto da Sam Schmidt e Zak Brown verrà presentata ufficialmente il 7 febbraio prossimo.

Diffusa poco fa invece la livrea della DW12-Honda #8 del Team Ganassi per Marcus Ericsson. Curiosità, il CEO del nuovo sponsor del pilota svedese, li californiano Stanton Barrett, è stato egli stesso pilota IndyCar, avendo gareggiato in quattro occasioni nella IRL 2009.

La lista degli iscritti per il primo appuntamento del 2020 si è inoltre ufficialmente arricchita con la conferma da parte del DragonSpeed, che conta anche per la stagione entrante in un programma corto – si parla di sei gare totali contro le tre della scorsa stagione – che dovrebbe comprendere anche la 104ma Indy 500.

Piero Lonardo


Stop&Go Communcation

DragonSpeed e Ben Hanley pronti per St.Petersburg

https://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2020/01/penske2.jpg IndyCar – McLaughlin infiamma i test di Sebring