Pioggia protagonista nei test collettivi dell’IndyCar Series di mercoledì 24 aprile all’Indianapolis Motor Speedway. Il programma ha subito sostanziali modifiche dopo che un primo outing dei veterani è stato fermato prima per il fumo fuoriuscito dalla macchina di Max Chilton e poi per un violento acquazzone che ha permesso la ripresa delle attività solo a pomeriggio inoltrato.

I venti cosiddetti veterani prima che la pioggia facesse di nuovo brevemente capolino hanno potuto compiere mediamente una quarantina di giri a testa, a parte le due vetture del Carlin e Tony Kanaan, il quale si è limitato ad un paio di in & out, e che chiudono la classifica, dominata da Takuma Sato.

Il giapponese del Rahal Letterman Lanigan, qui con una livrea tutta nuova, ha segnato una velocità di 226.993 mph davanti al polesitter e runner-up del 2018 Ed Carpenter, a Spencer Pigot e al vincitore 2018 Will Power, che sfoggiava per l’occasione una DW12-Chevy full matte black. I cinque sono stati gli unici veterani a segnare velocità sopra le 226 miglia orarie.

Ricordiamo che in questi test ha debuttato ufficialmente l’Advanced Frontal Protection (AFP), il rostro posto davanti al pilota realizzato per proteggere maggiormente i piloti dagli eventuali detriti in volo.

E’ stata quindi la volta dei nove piloti ammessi al rookie & refresher test, che hanno toccato la pista solamente alle 5.30 PM; tra questi Fernando Alonso, protagonista dell’edizione 2017.

L’astergano, che qui portava per la prima volta in pista la vettura assemblata direttamente da McLaren, è stato rallentato da problemi elettrici e ha dovuto chiudere in anticipo la sessione, non terminando la preparazione obbligatoria, che è stata invece completata dai quattro rookies (Marcus Ericsson, Santino Ferrucci, Colton Herta e Felix Rosenqvist), cui si sono aggiunti Helio Castroneves, JR Hilderband, Oriol Servia e Conor Daly.

Il vincitore del COTA è stato il più veloce con 226.108 mph davanti al tre volte vincitore Castroneves, che fra meno di un mese disputerà la sua 19ma Indy 500, tutte col Team Penske.

Prima delle libere-1 della Indy 500 del 14 maggio, Indianapolis sarà teatro del Grand Prix nel circuito ricavato dall’infield a partire da venerdì 10.

Piero Lonardo

I risultati del Veterans Test

I risultati del Rookies & Refresher Test


Stop&Go Communcation

Sato il più veloce. Alonso fermato da problemi elettrici

https://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2019/04/04-24-Sato-IMS-open-test.jpg IndyCar – La pioggia rallenta i test di Indianapolis