Alexander Rossi sembra volersi mettere alla spalle l’arrivo al fotofinish della 500 Miglia di Indianapolis di domenica scorsa e segna il miglior tempo nelle prove libere del doubleheader di Detroit, validi quali settimo e ottavo appuntamento dell’IndyCar Series 2019.

L’alfiere del team Andretti, autore della pole position in gara 2 nel 2018, ha fissato i cronometri nella seconda sessione di venerdì sul tempo di 1.15.1367 davanti a Josef Newgarden e Scott Dixon.

Il neozelandese aveva condotto dal canto suo il primo turno con 1.16.7418 davanti a Will Power e Ryan Hunter-Reay.

Diversi i contatti e le disattenzioni fra gli stretti muretti dell’isola di Belle Isle, protagonisti anche eccellenti come Sebastien Bourdais, fermo in curva 7 durante la prima sessione, e nientemeno che il trionfatore di Indianapolis, nonché capofila della serie, Simon Pagenaud, vittima di curva 13 nel secondo turno.

Una mezz’ora finale nel tardo pomeriggio ha avuto funzione di warm-up – quest’anno divenuto obbligatorio salvo forza maggiore – e ha infine visto Hunter-Reay al top dei 22 partecipanti con 1.15.9896 davanti a  Zach Veach e a Scott Dixon.

Oggi in programma le qualifiche e Gara 1, rispettivamente alle 10.45 AM e alle 3.50 PM locali. Possibilità di pioggia per tutto il pomeriggio.

Piero Lonardo

I risultati delle Libere 1

I risultati delle Libere 2

 


Stop&Go Communcation

Disavventure per i due francesi della serie, Bourdais e Pagenaud

https://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2019/06/05-31-Rossi-blur-on-track-Detroit.jpg IndyCar – Detroit, Libere 1 e 2: Rossi vola fra i muretti