Will Power sembra voler iniziare nel migliore dei modi questo weekend inaugurale dell’IndyCar Series al Circuit of The Americas.

Il vincitore dell’ultima Indy 500, dopo la parziale delusione di St.Petersburg ha infatti segnato il miglior tempo nella prima giornata, completamente dedicata alle prove libere. Ai 45’ del mattino ha fatto seguito un’ulteriore ora nel primo pomeriggio, completata da altri 30’ in sostituzione del tempo teoricamente dedicato al warm-up domenicale.

Power, col best crono pomeridiano di 1.47.4401, ha superato nelle fasi finali Felix Rosenqvist, ormai non più tanto sorpresa, che fino a quel momento deteneva la migliore prestazione.

Va detto che in entrambe le sessioni le 24 Dallara DW12 hanno girato poco; d’altra parte la due giorni di test svolta qui poche settimane fa era stata assai proficua per prendere le misure con l’impegnativo quanto affascinante circuito texano. A livello di impegno in pista hanno fatto però eccezione i due debuttanti: Patto O’Ward (ritratto qui sotto), reduce da un primo test a Barber con la seconda vettura del Carlin in condivisione con Charlie Kimball, e Kyle Kaiser, al primo impegno stagionale nella serie col Team Juncos.

Rispetto al season opener ricordiamo manca la vettura del DragonSpeed di Ben Hanley, mentre Ed Jones, come previsto, è della partita nonostante il polso sinistro infortunato a St.Petersburg, e ha anche ben figurato, segnando il quinto tempo assoluto dietro Alexander Rossi e Ryan Hunter-Reay.

Protagonista della giornata anche Colton Herta. Secondo al mattino dietro il vincitore di St.Pete, Josef Newgarden, migliore nelle FP1 con 1.48.6567, nel finale di sessione ha subito un cedimento meccanico tale da fermarlo in curva 8, costringendo i piloti ad uno stop di 17’ che in pratica ha chiuso con largo anticipo le contese.

Dopo il cambio di motore Honda, la giovane promessa è tornata in pista nell’ultima mezz’ora segnando addirittura la seconda migliore prestazione dietro Simon Pagenad (una sessione per ogni pilota Penske quindi), autore di 1.48.3334. In questa sessione finale, spazio anche ai pit-stop, similmente ad un vero e proprio warm-up.

Il programma di domani prevede gli ultimi 45’ di libere a partire dalle 10.00 AM e le qualifiche, dalle 2.00 PM locali. Nella notte è prevista pioggia che potrebbe mutare nuovamente le condizioni della pista.

Piero Lonardo

I risultati delle Libere 1

I risultati delle Libere 2

I risultati del Warm up


Stop&Go Communcation

Herta, all’inferno e ritorno

https://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2019/03/PL57196-1024x682.jpg IndyCar – COTA, Libere 1 e 2: Power inizia col piede giusto