Le qualifiche della 103ma edizione della Indy 500 vedranno un format leggermente modificato rispetto al passato. Immutata la selezione delle due sezioni anteriori dello schieramento, con il sabato a definire sia i 9 piloti che si disputeranno la pole position nella giornata di domenica, che le posizioni dalla decima alla trentesima, queste ultime in via definitiva.

L’assegnazione dell’ultima fila dello schieramento, il cosiddetto “bump” si sposta invece dal sabato alla domenica, con la creazione di una “Last Row Shootout” che si terrà dalle 12.15 alle 1.15 PM del 19 maggio, dopo la mezz’ora assegnata alla Fast Nine Shootout”, che si disputerà dalle 10.00 AM alle 10.45 AM. Il programma della giornata si completerà con prove libere che però non modificheranno lo schieramento di partenza.

Anche la prossima edizione del “Greatest spectacle in racing” dovrebbe vedere infatti i ranghi più che completi. Al momento infatti sono già 31 le vetture iscritte alla classica dell’Indiana, in attesa delle seconde entry di Juncos e Harding-Steinbrenner e i probabili rinforzi di RLL ed SPM. Le ultime conferme in ordine di tempo da parte del Dreyer & Reinbold, che riproporrà Sage Karam, e del Clauson-Marshall Racing per Pippa Mann.

Per Karam, alla sua sesta Indy, la quinta col D&R (in foto la livrea della DW12-Honda #24), si sta vagliando la possibilità di altre apparizioni nella serie, mentre per la Mann, reduce dalla mancata qualificazione dello scorso anno con Dale Coyne, si tratta dell’ottava iscrizione, la prima col motore Chevrolet per questa nuova joint venture guidata da Tim Clauson, padre del pilota Bryan, e Richard Marshall.

In attesa del season opener di St.Petersburg frattanto, le monoposto si preparano nel weekend ad Homestead per l’ultima sessione di test collettivi. In Florida faranno sfoggio di sé i nuovi display LED, realizzati dalla MoTeC, a sostituire il precedente modello, abbandonato nel corso della scorsa stagione.

Le informazioni riportate in tempo reale sui pannelli posti ancora una volta a fianco del roll bar su entrambi i lati riguarderanno la posizione, in rosso, l’utilizzo del push-to-pass, con un “PP” verde lampeggiante e la durata del pit-stop.

A queste funzioni si aggiunge la possibilità di segnalare se il motore della macchina è in funzione, ancorchè ferma, mediante uno “snake” (una striscia in movimento) di colore verde da un lato e l’indicazione del numero di marcia innestata dall’altro, ovvero due barre orizzontali rosse in caso di motore ko. Ciò allo scopo di permettere una ancor migliore e più tempestiva capacità di intervento da parte delle unità di sicurezza della serie.

Piero Lonardo


Stop&Go Communcation

Pippa Mann e Sage Karam si aggiungono alla lista degli iscritti per maggio

https://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2019/03/02-28-Qualification-Rule-Changes-2019Indy500.jpg IndyCar – Cambiano ancora le qualifiche della Indy 500