Anche Sebastien Bourdais ha promosso a pieni voti l’Aeroscreen nel caldo quasi estivo di Sebring. Il test del  tetracampione della ChampCar era assai atteso per via dell’interazione con gli occhiali, che Bourdais predilige in luogo delle lenti a contatto.

Bene, il test ha superato ancora una volta le attese; anzi, Bourdais ha lodato la visibilità del dispositivo creato dalla Red Bull Advanced Technologies. “Sono onestamente impressionato dalla qualità dello schermo – ha affermato Bourdais ad un noto media statunitense – Anche nelle vetture GT che ho guidato ci sono parabrezza leggerissimi, dove però la visibilità non è ottimale, mentre l’Aeroscreen è assolutamente trasparente, e anche la curvatura è impressionante perché rilascia solo una minima distorsione a lato, un particolare di cui non ti rendi conto guidando.”

Dello stesso avviso anche Pato O’Ward, neoacquisto Arrow McLaren SP e uno dei pochi ad avere esperienza dell’Halo, utilizzato in F2 ed in Super Formula (nella foto) che ha invece posto l’attenzione sul sistema di raffreddamento. Per entrambi sarà infatti questa la vera sfida del nuovo sistema, già a partire dalle calde strade di St.Petersburg.

Sulle due monoposto, presenti anche Santino Ferrucci ed Oliver Askew – anche se solo il primo ha potuto saggiare la pista – sono state testate diverse soluzioni atte a convogliare il flusso d’aria, parte integrante del nuovo sistema di sicurezza, che però finora non hanno soddisfatto del tutto i piloti, specie a visiera alzata.

Frattanto anche le serie propedeutiche all’IndyCar Series attiveranno una parte dei nuovi dispositivi di sicurezza, l’Advanced Frontal Protection (AFP) a partire dalla prossima stagione, con la prospettiva di integrarli ulteriormente – così come avvenuto nella serie maggiore – nei prossimi anni sulle Dallara IL-15 e sulle Tatuus PM-18 ed USF-17 utilizzate nei tre gradini della Road to Indy.

Piero Lonardo


Stop&Go Communcation

L’ultimo test prima della consegna insieme a Pato O’Ward e Santino Ferrucci.

https://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2019/11/11-05-Sebring-Test-2.jpg IndyCar – Anche Bourdais promuove l’Aeroscreen a Sebring