Fernando Alonso correrà la sua terza Indy 500 con l’Arrow McLaren SP. Il 38enne asturiano, dopo il secco “no” (poi smentito dal pompiere Michael) da parte della Honda che ha vanificato le prospettive di accasarsi per la 104ma edizione del “Greatest Spectacle in Racing” con il team  Andretti, ritenterà l’assalto alla Triple Crown sotto la supervisione dell’amico Zak Brown.

La terza vettura predisposta dalla joint-venture McLaren ed SPM è sempre stata la seconda opzione disponibile, ma ciò che aggiunge pepe alla storia è che l’effort verrà finanziato con uno sponsor proveniente dal team Andretti, la Ruoff Mortgage, che campeggerà durante la stagione sulla vettura di Colton Herta in sei diverse occasioni.

Oltre a Brown ed ai motori Chevy, rispetto alla fallimentare campagna dello scorso anno col Carlin, Alonso troverà anche Pato O’Ward, che insieme ad Oliver Askew forma la coppia titolare del team. Dal punto di vista tecnico però sarà Craig Hampson, neo acquisto dal Dale Coyne Racing, ad occuparsi della Dallara #66.

Al momento l’accordo è valido solo per la 500, ma Alonso e Brown stanno cercando fondi per disputare anche altre gare nella serie, principalmente il GP of Indianapolis. Nella peggiore delle ipotesi, per il bicampione del mondo di F1, il prossimo l’appuntamento con l’IndyCar è con i test programmati presso l’IMS il 30 aprile.

Un altro nome noto che sta cercando di rientrare nella serie, proprio partendo dalle due gare di maggio dell’IMS, è quello del 56enne Robbie Bull, 78 partenze e due vittorie nelle massime serie di monoposto americane.

I dettagli del programma del Citrone/Buhl Autosport non sono ancora stati rivelati, né tantomeno l’identità del pilota, ma si sa già che la squadra si appoggerà ad un team preesistente, che non sarà però il Dreyer & Reinbold, team col quale Buhl ha prima corso e poi diretto sino al 2013, e che dovrebbero schierare due autonomamente entry alla prossima Indy 500, di cui una sicuramente per Sage Karam.

A meno di clamorose sorprese, i sedili papabili sulla carta rimangono però pochi, RLL in testa.

A. Ghigliani


Stop&Go Communcation

Novità team Buhl/Citrone ad Indianapolis

https://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2020/02/02-25-Alonso-1024x683.jpg IndyCar – Alonso, terza Indy con Arrow McLaren SP