Fernando Alonso ha confermato ai microfoni della BBC che parteciperà alla prossima Indy 500. Il due volte campione del mondo di F1, campione WEC in carica, dopo le due vittorie alle ultime due edizioni della 24 Ore di Le Mans e alla Rolex 24 at Daytona 2019, è in procinto di disputare la Dakar con Toyota ma vuole ancora una volta proporsi sullo speedway più famoso dell’universo nel mese di maggio.

Già due volte ricordiamo l’asturiano ha tentato l’assalto alla mitica Triple Crown, nel 2017 con l’Andretti Autosport, non terminando la gara per un problema al motore nelle fasi finali quando navigava nelle posizioni di testa e dopo aver anche condotto per 27 giri, e lo scorso anno con la sfortunata partnership McLaren-Carlin che ha fallito clamorosamente la qualifica.

Destinazioni possibili al momento: Andretti Autosport e McLaren-SPM, al 50/50. Ancora una volta, come lo scorso anno (anche sei poi alla fine ha dovuto correre con un team Chevy) la scelta secondo Alonso pare non essere necessariamente legata al propulsore Honda, vale a dire la motorizzazione del Team Andretti, nonostante le note critiche che un paio di anni fa hanno portato alla brusca rottura del rapporto in F1 tra il  costruttore nipponico ed il team di Woking.

Più facilmente si è trattato di una mossa di PR, di cui Alonso è maestro; fatto sta che il pilota ha addirittura rilanciato per un suo ritorno in Formula 1 nel 2021, allorquando, testuali parole ” il mercato piloti sarà molto aperto”.

Piero Lonardo


Stop&Go Communcation

Destinazione Andretti (nonostante Honda) o McLaren, per ora fifty-fifty

https://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2019/12/alo3.jpg IndyCar – Alonso conferma la sua terza Indy