Miguel Ramos e Nicky Pastorelli hanno ottenuto il successo al termine dell’ultima competizione disputatasi sul circuito di Portimão, teatro del secondo evento del campionato GT Open.

La coppia di piloti del V8 Racing ha agguantato la vittoria nello stesso momento in cui Roman Mavlanov, esibitosi al volante della Ferrari 458 Italia GT3 #60 di SMP Racing-Russian Bears, ha forato lo pneumatico posteriore sinistro a diciassette minuti dal termine ed è conseguentemente scivolato nella pancia del gruppo. Il compagno del pilota russo, Daniel Zampieri, si è dimostrato competitivo durante lo svolgimento del suo turno di guida ed ha messo sotto pressione Maxime Soulet dall’inizio della gara fino all’esecuzione delle soste obbligatorie.

Il podio è stato completato dalla seconda automobile del V8 Racing, la #4 diretta da Sijthoff/Hamilton, e dalla Ferrari #1 di Scuderia Villorba Corse affidata a Montermini/Schirò: l’ex pilota di Formula 1 si è rivelato estremamente lesto nell’approfittare del testacoda di Viacheslav Maleev, avvenuto a cinque minuti dalla conclusione, e nel superare anche la Corvette #6 di Isaac Tutumlu. Proprio Selleslagh Racing Team ha dovuto scontare la penalità prevista dal regolamento per la vittoria ottenuta ieri e ha raggiunto il quarto posto assoluto dinanzi ai vincitori della categoria GTS, Claudio Sdanewitsch e Michele Rugolo, portacolori di AF Corse; gli alfieri di Ombra Racing, Mario Cordoni e Stefano Gattuso, hanno invece conseguito la seconda posizione di classe per la gioia di Ombra Racing.

Le squadre portoghesi partecipanti al GT Open, che qui giocavano in casa, non hanno avuto quest’oggi gli auspici dalla propria parte: César Campaniço è incappato in un contatto a fine gara con la Mercedes #70 di Mario Plachutta e ha terminato l’evento al dodicesimo posto al volante dell’Audi #58 del Team Novadriver; la Mercedes #59 di Sports&You delegata a Coimbra/Silva è stata invece spinta in testacoda dal combattivo Giorgio Roda dopo cinque minuti dall’effettuazione della partenza.

Classifica

1. M.Ramos/Pastorelli – Corvette – V8 Racing – 32 giri / Super GT
2. Sijthoff/Hamilton – Corvette – V8 Racing – + 11.905 / Super GT
3. Montermini/Schirò – Ferrari – Scuderia Villorba Corse – + 18.664 / Super GT
4. Soulet/Tutumlu – Corvette – Selleslagh Racing Team – + 19.280 / Super GT
5. Sdanewitsch/Rugolo – Ferrari – AF Corse – + 32.270 / GTS
6. Cordoni/Gattuso – Ferrari – Ombra Racing – + 34.279 / GTS
7. De Leener/Sbirrazzuoli – Ferrari – AF Corse – + 40.064 / GTS
8. Beretta/Camathias – Porsche – Autorlando Sport – + 40.887 / GTS
9. Roda/Ruberti – Ferrari – AF Corse – + 45.570 / GTS
10. Maleev/Perez Aicart – Ferrari – SMP Racing-Russian Bears – + 47.147 / GTS
11. Costantini/Sicart – Ferrari – Ombra Racing – + 59.959 / GTS
12. Campaniço/Patel – Audi – Team Novadriver – + 1:01.619 / GTS
13. Mavlanov/Zampieri – Ferrari – SMP Racing-Russian Bears – + 1:06.427 / Super GT
14. Jäger/Plachutta – Mercedes – Lechner Racing – + 1:18.191 / GTS
15. Cameron/Griffin – Ferrari – AF Corse – + 1:32.459 / GTS
16. Jacoma/Pan – Porsche – Ebimotors – + 1 giro / GTS
17. Coimbra/Silva – Mercedes – Sports&You – + 1 giro / GTS

Ritirati

18. Derdaele/Retera – Corvette – V8 Racing / GTS

Gabriele Sbrana


Stop&Go Communcation

Un’altra Corvette ha vinto la seconda competizione dell’appuntamento portoghese del GT Open ma non si tratta di Selleslagh Racing Team…

https://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2014/06/gtopen-v8racing-080614-01-1024x682.jpg Portimão, Gara 2: V8 Racing fa doppietta in una corsa spettacolare