Ingaggiata del team ART GP nel corso dei test GP3 di Abu Dhabi, la giovane pilotessa colombiana si racconta in esclusiva su Stop&Go!

Tatiana Calderon e’ nata il 10 marzo del 1993 a Bogota’, capitale colombiana fucina di talenti quali il grande Juan Pablo Montoya e l’emergente Sebastiàn Saavedra, entrambi protagonisti in Indy Car.

Il suo obiettivo e’ chiaro: approdare in Formula 1, ed il positivo test GP3 concluso venerdì scorso a bordo della prestigiosa monoposto ART GP lascia aperte intriganti possibilità per il futuro. Ecco le reazioni a caldo della pilotessa colombiana, raccolte in esclusiva per Stop&Go: “E’ stata un’esperienza incredibile poter testare in pista con un team di altissimo livello quale ART, guidando una vettura potente come la GP3 su uno dei tracciati piu’ affascinanti, Abu Dhabi. Ho completato due giornate di test, il che mi ha permesso di prendere confidenza con team, pista, gomme e macchina. In particolare le gomme Pirelli si sono rivelate una grande sfida, devi comprendere il loro funzionamento per riuscire a sfruttare al massimo le loro potenzialità sul giro secco, in quanto la finestra di prestazioni ottimali e’ davvero ristretta“.

Presa confidenza con il mezzo nella prima giornata di giovedì, Tatiana ha saputo spingersi brillantemente all’interno della top ten nel pomeriggio del venerdì concludendo in 1’56”697, crono di poco superiore al secondo rispetto ai record stabiliti nel corso del precedente weekend di gara dai ben piu esperti Alex Lynn, Nick Yelloly e Dean Stoneman: “Nonostante un errore nella mattinata dove ho toccato il muro alla curva 2, il pomeriggio si e’ rivelato veramente positivo. Ho occupato la top ten per quasi tutta la durata della sessione prima che la maggior parte degli altri piloti rientrasse in pista con gomme fresche su un tracciato reso piu’ veloce. Non sono riuscita a mettere assieme un giro perfetto nel finale con gomma nuova , ma e’ tutta esperienza accumulata! Devo lavorare di piu’ sulla mia performance da qualifica perche’ so di avere un forte passo gara“.

Seconda di tre figli, Tatiana Calderon ha iniziato a muovere i primi passi nel mondo del motorsport in Colombia, assieme alla sorella Paula. Veloce tanto quanto i coetanei maschietti alle prime uscite sui Kart, Tatiana scala in fretta le gerarchie laureandosi come prima ragazza a vincere un titolo nazionale Kart negli Stati Uniti.

Nel 2012 il trasferimento in Europa e l’approdo nella categoria spagnola del Formula 3 Open, dove ben figura prima di conquistare il primo podio nella prestigiosa Formula 3 britannica sul circuito del Nurburgring. Tatiana Calderon non ha peli sulla lingua e parla chiaro sul futuro ruolo delle donne nel mondo del motorsport: “Ritengo che il nostro sia uno dei pochi sport dove le donne hanno veramente la possibilità di competere alla pari con gli uomini, non c’è differenza tra sessi. La forza fisica non e’ la sola dote richiesta nelle corse al giorno d’oggi, la componente mentale e’ altrettanto importante e per questo credo che possiamo essere addirittura migliori degli uomini. Credo che il nostro tempo stia arrivando, abbiamo solo bisogno delle giuste possibilità per poter provare di essere in grado di competere alla pari ai livelli piu’ alti del motorsport“.

Che cosa riserva allora il futuro prossimo di Tatiana Calderon dopo la positiva esperienza GP3? “Non c’è nulla di veramente definito al momento. Stiamo spingendo sia per il Campionato Formula 3 Europeo che per avere una chance di correre in GP3 Series. Speriamo di poter finalizzare entro Natale!”

 

Lorenzo Lucidi

Twitter: @LorenzoLucidi93


Stop&Go Communcation

Ingaggiata del team ART GP nel corso dei test GP3 di Abu Dhabi, la giovane pilotessa colombiana si racconta in esclusiva su Stop&Go!

https://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2014/12/Immagine1.jpg Esclusiva – Tatiana Calderon a Stop&Go: “Il tempo delle donne sta arrivando!”