La nomina di Kimi Raikkonen come pilota ufficiale della Renault, che diverrà Lotus, a partire dalla prossima stagione, riduce le possibilità di salire sul sedile ancora vacante a Vitaly Petrov, Bruno Senna e Romain Grosjean. A proposito del russo, Oksana Kosachenko, manager del pilota, ha ammesso come la permanenza del suo assistito nella scuderia dopo due annata non appare affatto sicura.

Proprio il suo viaggio verso il quartier generale di Enstone è coincisa con la firma dell’accordo con il finlandese Campione del Mondo 2007: “Dopo che la decisione di oggi è stata annunciata, mi sono dato un breve periodo di tempo, letteralmente dieci giorni – ha raccontato – Abbiamo fino al 10 dicembre per decidere se Vitaly debba rimanere o restare”.

Inoltre alla manager è stato chiesto se Petrov possa imparare, qualora rimanesse, da Raikkonen, senza però dare una risposta esaustiva: “Hai domandato la cosa nel modo giusto: se Vitaly rimane in squadra – ha proseguito – È meglio metterla in questo modo: il management arriverà ad un accordo con i proprietari? Se così sarà allora Vitaly dovrà prenderlo come un dato di fatto che rimarrà qui l’anno prossimo”.

Mattia Fachinetti


Stop&Go Communcation

La nomina di Kimi Raikkonen come pilota ufficiale della Renault, che diverrà Lotus, a partire dalla prossima stagione, riduce le […]

https://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/f1-291111-petrov.jpg La firma di Kimi Raikkonen mette in dubbio il futuro di Vitaly Petrov