È di un mese fa la limpida vittoria in Cina con Nico Rosberg, la prima come costruttore dal 1955. Ma alcune indiscrezioni parlano di una Mercedes che starebbe pensando ad abbandonare la Formula 1 a fine anno.

Il quotidiano britannico The Times e il settimanale francese Auto Plus sostengono che la casa tedesca sarebbe rimasta scottata dal trattamento ricevuto da Bernie Ecclestone nel rinnovo del Patto della Concordia. La Mercedes non ha infatti ottenuto le stesse condizioni per cui hanno già firmato Ferrari, McLaren e Red Bull, come ad esempio i bonus annuali che per la scuderia di Maranello toccheranno addirittura i 50 milioni di dollari.

“Perché la Mercedes dovrebbe avere lo stesso accordo degli altri? Cosa hanno fatto in Formula 1? Hanno vinto solo una gara, tutto qui”, ha commentato seccamente il padrone del Circus.

Per adesso, non a caso, la Mercedes risulta non aver siglato il nuovo agreement.

Al termine della stagione, si legge, il consiglio di amministratore di Stoccarda si esprimerà sul proseguimento dell’impegno nel Mondiale. Un eventuale addio avrebbe ripercussioni pesanti per il campionato, perché porterebbe inoltre all’interruzione della fornitura dei propulsori per la stessa McLaren e per la Force India.

Presente al via dal 1993 (inizialmente come motorista della Sauber), la Mercedes è oggi una della colonne portanti della F1. La minaccia del ritiro potrebbe essere forse mirata a far pressione su Ecclestone, ma nel frattempo il direttore sportivo Norbert Haug ha smentito ad Auto Motor und Sport queste voci: “Non c’è nulla di vero”.


Stop&Go Communcation

È di un mese fa la limpida vittoria in Cina con Nico Rosberg, la prima come costruttore dal 1955. Ma […]

https://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2012/05/f1-080512-01.jpg Braccio di ferro con Ecclestone, la Mercedes medita l’addio alla F1?