Bernie Ecclestone ha fatto nuovamente capire la sua volontà di voler espandere i confini della Formula 1 verso terre inesplorate e ritenute fino a pochi anni fa impossibili da raggiungere. Infatti il Patron del Circus ha sottolineato come le corse del calendario europeo siano una razza in via d’estinzione, soprattutto per i forti investimenti provenienti da nuovi mercati.

Attualmente, dei 20 appuntamenti previsti nel 2012, appena 8 si svolgerebbero in Europa, con la sempre maggiore espansione dei Paesi asiatici. Ecclestone ha fatto capire come il Vecchio Continente, alle prese con una profonda crisi economica, sia ormai “finito” ed inadeguato per le nuove sfide che pone il mercato.

Bernie, come suo solito, è stato diretto nelle dichiarazioni sull’argomento: “Penso che negli anni a venire verranno lasciate solo cinque gare in Europa – ha riferito ai giornalisti – Ritengo che l’Europa sia finita Sarà un bel posto per il turismo, ma poco altro. L’Europa è una cosa del passato. Era solita essere la casa spirituale della Formula 1”.

In futuro, oltre alla Russia nel 2014, potrebbe fare la loro apparizione in calendario anche il Sud Africa, ad una ventina d’anni dai GP a Kyalami, ed il Messico.

Mattia Fachinetti


Stop&Go Communcation

Bernie Ecclestone ha fatto nuovamente capire la sua volontà di voler espandere i confini della Formula 1 verso terre inesplorate […]

https://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/f1-291111-ecclestone.jpg Bernie Ecclestone distrugge l’Europa: “È finita, anche per la Formula 1”