Al via di 16 Gran Premi nel Mondiale F.1 edizione 2002, più precisamente in quella che fu la stagione d’esordio della Toyota nei ranghi del Circus iridato, lo scozzese Allan McNish, legato a doppio filo con lo squadrone Audi impegnato nelle competizioni tipo Le Mans, ha fatto sapere di ritenere il suo connazionale Paul Di Resta, driver Mercedes nel DTM nonché terzo pilota della Force India, ormai maturo per concretizzare l’approdo nel mondo dei Gran Premi al posto di uno degli attuali titolari Adrian Sutil o Vitantonio Liuzzi.

Se guardiamo agli errori commessi da Sutil e Liuzzi nelle ultime gare – ha attaccato non senza una vena polemica il 40enne scozzese originario di Dumfries, 125 chilometri a sudovest di Glasgow, dimenticando forse l’eccellente sesto posto artigliato dal nostro portacolori in Corea – si fa sinceramente fatica a capire perché Paul Di Resta non sia già stato promosso titolare. Sfortunatamente nell’ambito del motorsport c’è troppa politica, e in questo senso la F.1 rappresenta l’apice, quindi va da sé che per un pilota non è più sufficiente sfoderare ottime performances in pista”.

McNish, due volte in trionfo alla prestigiosa 24 Ore di Le Mans nelle edizioni del 1998 e del 2008, non nasconde comunque di nutrire buone speranze in merito al probabile debutto del 24enne Di Resta in F.1: “Non vedo ostacoli al suo esordio nel Circus, pertanto mi auguro che Paul possa aggiungere presto il suo nome nella lista dei piloti scozzesi chiamati a tenere alta la bandiera del proprio Paese nella massima formula”.

Ermanno Frassoni


Stop&Go Communcation

Al via di 16 Gran Premi nel Mondiale F.1 edizione 2002, più precisamente in quella che fu la stagione d’esordio […]

https://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/diresta4.jpg Allan McNish, pilota Toyota nel Mondiale 2002, sprona il connazionale Di Resta: “Paul merita una chance in Formula 1”